A- A+
Culture

 

LO SPECIALE

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

Laura Fidaleo

C’è sempre una prima volta, anche per il più antico riconoscimento letterario d’Italia, che giunge quest’anno alla 86ª edizione. Si tratta del Premio Bagutta, che per la prima volta premia uno storico. Una storica, per la precisione: Antonella Tarpino, autrice di Spaesati. Luoghi dell’Italia in abbandono tra memoria e futuro, pubblicato da Einaudi. Un “viaggio in Italia” tra storia e presente, che attraversa la nostra penisola mischiando con efficacia le indagini dello storico, la scrittura del letterato e la vivacità del cronista.
 
Il Bagutta Opera Prima, è stato assegnato a Dammi un posto tra gli agnelli della trentaduenne Laura Fidaleo, (edizioni Nottetempo), nel quale i giudici hanno apprezzato soprattutto la polifonia delle voci, piuttosto rara per un’esordiente.
 
Nella sua riunione finale, la giura (presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti e composta da Stefano Agosti, Rosellina Archinto, Silvia Ballestra, Eva Cantarella, Pietro Cheli, Elio Franzini, Umberto Galimberti, Piero Gelli, Andrea Kerbaker, Giovanni Orelli, Ranieri Polese, Elena Pontiggia, Enzo Restagno, Mario Santagostini e Orio Vergani) ha discusso a lungo sull’assegnazione. Erano infatti in lizza anche alcuni libri di narrativa più tradizionale, più in linea con la storia del premio. Alla fine ha però prevalso il desiderio di segnalare all’attenzione del pubblico un’opera nuova per ideazione e scrittura. Ai giurati è parso infatti che l’autrice, nelle sue peregrinazioni da nord a sud, abbia saputo far rivivere le memorie di tanti posti abbandonati non in modo fine a se stesso, ma mettendole costantemente a confronto con un presente spesso difficile e contraddittorio. Antonella Tarpino ha prevalso sulle altre candidature proprio grazie all’apprezzamento per questa oscillazione tra un passato a volte in rovine e le considerazioni sull’oggi, condotta con una penna sempre vigile, puntuale, ricca di riferimenti storici e letterari. Come di consueto, il più antico premio letterario italiano verrà assegnato nella cena di domenica 27 gennaio all’omonimo ristorante, tradizionale ritrovo per tutto il mondo culturale milanese e non solo.
 

Tags:
bagutta opera primanottetempolaura fidaleodammi un posto tra gli agnelli

i più visti

casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.