A- A+
Culture
Brexit, J.K. Rowling: Cameron ha distrutto 2 'unioni', Ue e Gb
J.K. Rowling

"La Scozia ora cerchera' l'indipendenza. L'eredita' di Cameron distruggera' due unioni. In nessuno dei due casi ne avevamo bisogno": lo ha scritto, su Twitter, la scrittrice J.K. Rowling, la penna che ha creato Harry Potter e tutto il suo magico mondo, commentando il risultato del referendum sulla Brexit. Rowling, che e' fra le donne piu' ricche al mondo e che grazie al 'Maghetto' e' diventata miliardaria, si e' sempre espressa contro la Brexit.

Brexit: schierati anche cantanti e attori - Non c'e' solo la politica a prendere parte al dibattito pro o contro la Brexit: nel Regno Unito anche cantanti, attori, scrittori e personalita' del mondo della cultura nelle ultime settimane hanno detto la loro sull'appartenenza del paese all'Unione europea.

FAVOREVOLI ALLA BREXIT: ECCO CHI ESULTA - Sul fronte opposto, invece, chi e' a favore della Brexit ha illustrato gli ipotetici benefici di un Regno Unito al di fuori dell'Ue. Il due volte premio Oscar Michael Caine ha sottolineato come il Paese possa solo "guadagnarci" senza le imposizioni di "migliaia di funzionari che ci dettano le regole". Poi John Cleese, dei Monty Python, secondo il quale l'Unione abbia "abbandonato la democrazia", il calciatore Sol Campbell, che ha detto che l'Ue ha "rovinato" il calcio inglese, e Roger Daltrey, cantante del gruppo The Who. Il frontman della band e' stato chiaro: "L'Ue si e' creata in segreto". Ed e' per questo che ora "va affrontata" nelle urne. Infine, anche il patron della F1 Bernie Ecclestone e Joan Collins  si sono schierati per il "Leave".

SCHIERATI PER IL REMAIN: ECCO CHI "PIANGE" - Apertamente a favore dell'Ue c'e' un famoso scienziato, l'astrofisico 74enne Stephen Hawking: costretto sulla sedia a rotelle e impossibilitato anche a parlare per una grave malattia, Hawking ha tuttavia fatto sapere che "i finanziamenti europei hanno fatto crescere notevolmente il livello della scienza europea e britannica". Al suo fianco, anche J.K. Rowling, la scrittrice e 'mamma' di Harry Potter, che ha puntato sulla "pace e stabilita'" garantita dal recinto comunitario. Ancora, contro la Brexit si sono schierati il regista Ken Loach, regista di sinistra, che ha paventato "governi molto di destra" dopo un'eventuale uscita dall'Ue, e l'attore Ian McKellen, che ha recitato ne 'Il signore degli anelli', e che ora alterna la militanza per i diritti gay a quella per la permanenza del Regno Unito nell'Unione. Infine, sempre a favore dell'Ue, anche Richard Branson, fondatore e proprietario del marchio Virgin, ha preso piu' volte parola in un dibattito molto infiammato: "L'uscita potrebbe essere uno dei momenti piu' tristi della storia britannica", ha avvertito il miliardario. Infine, anche David Beckham, si è schierato contro la brexit. 

 

Tags:
brexit rowling infuriatabrexit j.k. rowling
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.