A- A+
Culture

di  Lucilla   Noviello
 

Guida alla sopravvivenza de

Partendo da domande semplici sul percorso di un autobus che non somiglia a quello di una vita, le protagoniste della commedia di Mayo Simon, autore americano contemporaneo ma poco conosciuto in Italia, si muovono sulla scena di Guida alla sopravvivenza delle vecchie signore – rappresentato al Teatro Vittoria di Roma dal 15 al 27 gennaio 2013 con la regia di Giuseppe Pambieri – con la leggerezza che le caratterizzerà per l’intera durata della rappresentazione. Sono Isa Barzizza e Marina Bonfigli, che interpretando i ruoli di due donne anziane ma con le radici potentemente addentrate nel terreno della vita, si differenziano per esperienze e godimenti. La Barzizza è Shprintzy e oltre a un nome che per suono ricorda quello di un aperitivo, la mimica che talvolta ci fa pensare a Bette Davis, pur distrutta da un marito morto, da una figlia crudele e poi suicida, e da una lenta malattia cerebrale che progressivamente annulla la sua memoria, resta incantata dalla danza, dalle stagioni  che continuano a cambiare i colori dei parchi e delle strade della città. I toni della sua voce rimangono acuti e lo stato della sua meraviglia, che non è mai ingenuità ma intuizione delle possibilità del divenire, l’aiuta a non annoiarsi e a percepire la possibilità che gli affetti possono ancora essere ritrovati. La sua amica è Netty – amica suo malgrado – apparentemente più dura e più pragmatica, che non si arrende alla malattia dei suoi occhi più per testardaggine che per forza di volontà. Sono due donne sole che della solitudine fanno compagnia. Indossano pochi abiti di scena, vestiti che rappresentano psicologicamente le loro differenze. La regia di Pambieri le rende a volte troppo immobili all’interno di alcune frasi rivelatrici. Tutto è un po’ troppo simbolico, sia nel testo sia nella rappresentazione di Guida alla sopravvivenza. Ciò che si dimostra è molto facile, così tanto che il segno teatrale non avrebbe bisogno di essere stilizzato o impoverito. Isa Barzizza e Marina Bonfigli sono così brave da darci l’impressione di dover essere liberate da alcuni schemi stretti, dalle panchine e dai tavoli bianchi che le imprigionano. Il loro sorriso allude allo spazio che va oltre, come se loro sapessero le parole  e le frasi migliori da usare per raccontarci meglio tutta la forza e la delicatezza della vita.

Guida alla sopravvivenza delle vecchie signore di Mayo Simon. Regia di Giuseppe Pambieri con Isa Barzizza e Marina Bonfigli. Teatro Vittoria di Roma dal 15 al 27 gennaio 2013 e poi in tournée.

Tags:
guida alla sopravvivenza delle vecchie signoreteatroscatola teatrale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.