A- A+
Culture

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

LO SPECIALE

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

AdrianoOlivetti

In tempi di crisi economica e sociale, e in una fase di grande difficoltà per lo stesso mercato librario, è una bella notizia il ritorno in libreria delle Edizioni di Comunità, fondate nel 1946 da Adriano Olivetti, tra le figure imprenditoriali e intellettuali più illuminate del secolo scorso. E la bella notizia si deve al nipote, Beniamino de' Liguori Carino, e al sostegno della Fondazione Olivetti. Sul sito www.edizionidicomunita.it è espresso chiaramente il motivo per cui è stato deciso di riprendere proprio ora l’attività editoriale (tra Ivrea e Roma): “Il progetto di una società unita nella consapevolezza dei valori dello spirito e di quelli della cultura è ancora incompiuto, e oggi come allora è urgente che le opportunità del progresso tecnologico siano indirizzate alla costruzione di un mondo materialmente più realizzato e spiritualmente più elevato, di una società ‘a misura d’uomo’”. Il nuovo programma editoriale “prevede la pubblicazione di tutta l’opera e di alcuni inediti di Adriano Olivetti, dei migliori studi critici per contribuire alla comprensione profonda della vicenda olivettiana, e di alcuni titoli significativi del suo catalogo storico”.

Beniamino de' Liguori Carino

Beniamino de' Liguori Carino (classe ’81,  laurea in storia contemporanea, un anno negli Usa, poi due nella casa editrice Gallucci, e l’avvio della collaborazione con la Fondazione legata alla sua famiglia), ha recuperato il marchio dalla Mondadori e con l’aiuto di alcuni collaboratori (tra cui i due fondatori del marchio BeccoGiallo che lo aiutano nell’attività redazionale con la sigla BeccoGiallo Lab) ha dato il via al progetto.

Olivetti AiLavoratori

Intervistato da Affaritaliani.it, l’editore 31enne sottolinea che “l’obiettivo è arrivare anche a un pubblico che non conosce la storia di Olivetti e del suo pensiero innovativo. Con le prime cinque uscite della collana di libri brevi Humana Civilitas (‘Democrazia senza partiti e ‘Ai Lavoratori" sono già usciti, mentre arriveranno nei prossimi mesiIl mondo che nasce’, ‘Noi sogniamo il silenzio’ e ‘Il cammino della comunità’) proponiamo testi ancora attualissimi di mio nonno, introdotti da figure autorevoli. A fine febbraio, poi, avremo "Il mondo che nasce", un’antologia inedita degli scritti più significativi di Adriano Olivetti, a cura di Alberto Saibene. E a maggio sarà la volta di  "Città dell'uomo e altri scritti": pubblicato nel 1959, il volume (250 pagine) è presentato per la prima volta in un nuova edizione accresciuta da interventi mai riuniti in volume e da alcuni inediti”.

c

Per quanto riguarda i rapporti con BeccoGiallo Lab, “ci tengo a chiarire alcune cose che mi pare definiscano il nostro rapporto e insieme la natura della nostra iniziativa. BeccoGiallo è un editore di fumetto civile, e ha pubblicato l'anno scorso un fumetto su Adriano Olivetti per cui ho scritto la prefazione. All'epoca stavo partendo con l'avventura delle Edizioni, e Guido Ostanel e Federico Zaghis, i due editori miei coetanei, mi sono sembrati gli interlocutori ideali per poter allestire un progetto su Adriano Olivetti e sulle Edizioni di Comunità che non seguisse necessariamente i canoni tradizionali del linguaggio editoriale, da articolare in modo nuovo e non scontato per liberare finalmente Adriano Olivetti dalla mitologia e consegnarlo veramente all'attualità. Concretamente seguono, in coordinamento con me, la parte grafica e quella redazionale. Tuttavia tra Edizioni di Comunità e BeccoGiallo non vi è alcun rapporto sociale”.

I libri delle rinate Edizioni di Comunità si trovano sia nelle librerie di catena sia in quelle indipendenti: “Abbiamo anche attivato una rete distributiva atipica, e distribuiamo direttamente ad oltre cento librerie sul territorio che hanno creduto nel nostro progetto”. Tutti i volumi sono “disponibili in formato e-book”. Beniamino de' Liguori Carino ci tiene inoltre a specificare che “i libri sono pubblicati con licenza Creative Commons”. E’ dunque possibile condividere e diffondere il testo liberamente, riportandone l’origine e senza di fini di lucro. “E’ importante che i nostri titoli non si limitino alla presenza in libreria. Molte imprese si stanno interessando a una diffusione interna all’azienda”. Ad Adriano Olivetti questo accurato rilancio del marchio voluto dal nipote e dalla Fondazione avrebbe fatto piacere.

Tags:
edizioni di comunitàadriano olivettiolivettiivreabeniamino de' liguori carino

i più visti

casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.