A- A+
Culture

 

"Altare della Patria" (Il Saggiatore) di Ferruccio Parazzoli: su Affaritaliani.it leggi la parte inedita dedicata a Moro - pubblicato il 13 ottobre 2011

 

 

LO SPECIALE

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

FerruccioParazzoli Rizzoli

Ferruccio Parazzoli (classe '35) e Antonio Moresco (classe '47) sono due tra i più importanti scrittori italiani contemporanei, e sono naturalmente due autori molto diversi tra loro. Entrambi tornano nelle librerie (a distanza di pochi giorni) con due romanzi brevi che hanno alcuni punti di contatto.

Domani, 6 febbraio, per Rizzoli, esce "Il vecchio che guardava tramontare i tramonti" di Parazzoli, una favola moderna, onirica e di grande intensità, che ha per protagonisti un vecchio e una bambina, che ogni giorno lo va a trovare portandogli da mangiare. A suo modo, quella di Parazzoli è una riflessione sulla morte. Ma c'è di più. Perché, a differenza di quello che spesso accade, il vecchio, nonostante i malanni fisici, crede sia comunque importante "costruire" qualcosa, contribuire fino all'ultimo, in senso concreto e metaforico.

Il 20 febbraio, per la collana Le Libellule di Mondadori, sarà la volta de "La lucina" di Moresco, una sorta di rielaborazione di un classico ancora oggi amatissimo dai lettori di tutte le età, "Il piccolo principe" di Antoine de Saint- Exupéry. Il protagonista de "La lucina" è un uomo solo, che si è ritirato dal mondo. Ogni notte nota una luce in lontananza. Si tratta di un bambino misterioso. Anche lui vive in completa solitudine. Ma esiste davvero? Anche quella di Moresco è una riflessione sull'esistenza, e ruolo fondamentale è giocato dalla natura.

SU AFFARITALIANI.IT L'INCIPIT DEL LIBRO DI PARAZZOLI
(per gentile concessione di Rizzoli)

Era un vecchio per i ragazzi che giocavano a pallone sulla spiaggia quando, a fine giornata, scendeva a guardare il tramonto. Ma questo accadeva prima che il vecchio scoprisse di essere tornato per ricostruire il roccolo dietro la casa. Poi i ragazzi della spiaggia non lo videro più. Era ormai un vecchio quando tornò alla casa sulla costa Sant’Anna di fronte al golfo del Tigullio. Era una casa grande e diritta, su due piani, con l’intonaco della facciata sgretolato dalla salsedine e dall’umidità, di quelle case che i liguri abbandonano quando il mare si fa troppo vicino oltre il terrapieno della ferrovia e quando gli ulivi diventano troppo vecchi per reggere i frutti fino ai primi freddi di novembre senza farli cadere. L’aveva lasciata dieci anni prima, al termine di un’estate, e da allora non era più ritornato. Non sapeva perché, e non voleva neppure saperlo. “La vita è fatta così” avrebbe detto a chi glielo avesse chiesto. “Così come?” gli avrebbero domandato con quel sorriso nascosto che hanno i giovani quando parlano ai vecchi. Allora lui avrebbe alzato le spalle, come per dire: “È evidente, perché lo chiedete?”. E quella sarebbe stata la sua risposta. Ma non c’era nessuno a chiederglielo. Aveva lasciato la casa e le strette fasce di terreno scistoso, che si ostinava a coltivare a orto sotto i pini e i corbezzoli, così come la lasciava a ogni fine di estate: le persiane chiuse ma non sprangate, sperando in un ritorno autunnale, la cicoria e il prezzemolo ancora vivi se qualcuno si fosse preso la cura di annaffiarli. Sarebbe tornato a Pasqua, come ogni anno, per vedere l’erba cipollina fiorita ai margini della strada e, ai primi caldi dell’estate, per vedere le bocche di leone spuntare dal muretto a secco dove correvano le lucertole. Ma erano trascorsi dieci anni e non era più tornato alla casa sul golfo.

(continua in libreria...)


 

Tags:
il vecchio che guardava tramontare i tramontirizzoliferruccio parazzolila lucinamondadoriantonio moresco

i più visti

casa, immobiliare
motori
Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.