A- A+
Culture

Giovedì 17 gennaio alle ore 18, presso la Libreria Bistrot "Le storie" di Roma in Via Giulio Rocco 37, l'Associazione Popsophia promuove l'evento di presentazione del libro di Salvatore Patriarca "La filosofia del gatto" (Newton&Compton, 2012). Il giornalista romano, già ospite della passata edizione di Popsophia, è introdotto e affiancato per l'occasione dal filosofo, musicologo, aficionado di Popsophia, nonché grande estimatore del gatto, Elio Matassi. A pochi passi dalla sede universitaria di Roma Tre, in un luogo d'incontro, punto di riferimento per gli studenti delle facoltà umanistiche del polo capitolino, si snocciola la riflessione popsophica sullo straordinario felino che negozia la propria natura selvatica con l'ordinarietà domestica del rapporto con l'uomo. Un membro sui generis della famiglia, un po' figlio, un po' fratello, con la straordinaria capacità di far riscoprire all'uomo la maraviglia aristotelica della quotidianità condivisa. L'amore per il sapere si intreccia con il mondo animale e lo fa indagando più aspetti.

Il rapporto che il gatto ha con lo spazio, sia esso condiviso con l'uomo nell'intimità domestica, che solitario ed indipendente nell'intrigante pericolosità degli ambienti aperti. È difatti dall'osservazione del rapporto con lo spazio fisico che lo circonda, che è possibile scoprire quanto, dalla cancellazione del movimento, rifuggito in soste prolungate su divani e letti, dall'osservazione quasi cinematografica del mondo attraverso il rettangolo della finestra, e dall'estremo appropriarsi di ogni spazio fosse anche vietato, sia leggibile l'indole del gatto, la sua poliedrica natura. Ma se l'interpretazione dello spazio è strumento di lettura del rapporto fisico del felino con l'ambiente esterno, il tempo è altra fondamentale istanza per capire la scansione, questa volta interiore, di una superficie computabile in minuti e ore. Dal dolce far niente che si realizza nella dimensione del sonno, all'attività notturna di un essere che ribalta completamente il fluire temporale umano. Dopo i primi due capitoli dedicati alle categorie di spazio e tempo, Patriarca procede esaminando l'etica e l'estetica del felino. La pulsione costante alla libertà e all'indipendenza, il difficile equilibrio tra attesa paziente e necessità impellente di soddisfare il bisogno. Accanto all'ethos che contraddistingue il gatto, e lo rende in un certo qual modo sempre fascinoso proprio per l'impossibilità di possederlo totalmente, vi è la sua estetica, l'eleganza del movimento, la sinuosità delle forme, l'armonia semplice eppur irrimediabilmente complessa.

 


LE IMMAGINI

Tags:
gattofilosofia



casa, immobiliare
motori
Toyota, rinnova l'app di mobilità intregrata KINTO Go

Toyota, rinnova l'app di mobilità intregrata KINTO Go


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.