A- A+
Culture

 

Ulrico Hoepli: "La cassa integrazione? Ho fiducia per il futuro, ci riorganizzeremo... Il Kindle? E' fantastico"
 

IL PERSONAGGIO/ Da oggi al via la cassa integrazione per 60 librai della storica libreria Hoepli. Affaritaliani.it ne ha parlato con il presidente Ulrico Carlo Hoepli, classe '35: "Sono certo che passati questi tre mesi la situazione migliorerà, e nel dirlo mi rivolgo ai nostri librai, che devono avere fiducia. Nonostante il mercato venga da mesi difficili, puntiamo a riorganizzarci e ad adattarci alle nuove esigenze. Non possiamo fare altrimenti". L'editore smentisce "categoricamente" le voci su una possibile cessione della sede su sei piani in via Hoepli. E spiega: "Chiudere un piano? Per il momento cercheremo di tenere l'attuale struttura, ovviamente ridefinendo gli spazi". E, nonostante l'amore per i testi cartacei, parla della sua passione per gli e-book e dell'accordo tra Hoepli e Amazon: "Uso il Kindle, è fantastico, e ne stiamo vendendo tanti..." - L'INTERVISTA (pubblicata il 7 gennaio 2013)
 

 

POLTRONE NELL'EDITORIA

Libri, il riassetto delle Messaggerie italiane: Stefano Mauri vice presidente... I dettagli

 

LO SPECIALE

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

e book libri libro ebook

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton
 

Se le librerie vivono mesi difficili anche a Milano, quella che, numeri alla mano, è la “capitale” del mercato italiano e dei lettori, allora le prospettive sono davvero fosche. Archiviato uno dei periodi natalizi meno positivi per le vendite dei libri che l’Italia ricordi, il 2013 si è aperto con la (brutta) notizia, che Affaritaliani.it ha rivelato lo scorso venerdì, della cassa integrazione, al via oggi, per circa 60 librai della storica libreria Hoepli, fondata a Milano nel 1870, e che ha sede a due passi da piazza Duomo (qui i dettagli e nel box a destra l'intervista a Ulrico Carlo Hoepli, ndr). La Hoepli è una libreria di ben sei piani (probabile un ridimensionamento e una riorganizzazione nei prossimi mesi), la più grande del capoluogo lombardo. Ma anche realtà più piccole, altrettanto storiche, sono state colpite dalla crisi: c’è ad esempio la libreria Utopia, spazio indipendente e anarchico di via Moscova, che sta per trasferirsi (in  via Vallazze). Nello stesso quartiere cambia sede (e si sposta in via Cesare Cesariano) anche la libreria del Mondo Offeso, specializzata nella letteratura del ‘900 italiano. E ha da poco chiuso la libreria di Brera, come pure la libreria Rovello, punto di riferimento per gli amanti dei testi antichi. Non sono le realtà indipendenti sono in difficoltà, ma anche le grandi catene (c’è il caso Fnac, ad esempio, di cui si è parlato nei mesi scorsi). E nel 2013, al momento, a Milano è prevista solo una grande apertura, ad aprile: la nuova “gastro-libreria” RED (un acronimo che sta per Read, Eat, Dream - Leggi, Mangia, Sogna) della catena Feltrinelli, nella zona delle torri di Porta Nuova.

StefanoBoeri

SU AFFARITALIANI.IT LA "FORTE PREOCCUPAZIONE" DELL'ASSESSORE BOERI - L’assessore alla Cultura di Milano Stefano Boeri ad Affaritaliani.it nelle scorse settimane ha annunciato l'organizzazione di un incontro pubblico a Palazzo Reale ("confermato per il 22 gennaio") in cui si parlerà delle difficoltà che vivono centinaia di precari dell’editoria libraria, alla presenza degli editori e dei sindacati (qui i particolari). Oggi, a proposito della crisi delle librerie in città,  esprime così la sua "forte preoccupazione": "Le librerie non sono solo spazi commerciali, ma anche luoghi della cultura, e di conseguenza la chiusura di una libreria rappresenta una grave perdita per la città". Fatta questa premessa, Boeri ammette: "Vanno considerati i singoli casi. E quello di una storica realtà come Hoepli, che dovrà ristrutturarsi ma che non chiuderà la sua grande sede, è diverso dal caso di Fnac, ad esempio. Resta il fatto che il mio assessorato e il Comune non possono fare miracoli, si tratta pur sempre di privati. Quello che concretamente possiamo fare, invece, è offrire spazi del Comune con affitti a prezzi agevolati, a seguito di bandi per realtà di valenza culturale. A questo proposito, cito il caso positivo della libreria Calusca, che ha vinto una di queste gara. Si tratta di iniziative che vedono il fondamentale contributo dell'assessorato al Demanio di Lucia Castellano".

LA DIFESA DI "BOOKCITY" - All'assessore Boeri non va già che in più di un'occasione sia stata tirata in ballo la nuova manifestazione letteraria "Bookcity", la cui edizione "zero" si è svolta con successo lo scorso novembre nel bel mezzo della crisi del mercato librario: "Bookcity è nata anche per sostenere le librerie della città. E' stato scelto il mese di novembre proprio perché è a fine anno che in media si vendono più libri. E volutamente è stato permessa la vendita esclusivamente dei libri presentati ai singoli incontri, proprio per favorire le vendite in libreria di tutti gli altri titoli nel corso della manifestazione e in seguito ad essa. So che il Natale per i librai non è andato bene come gli anni precedenti, ma credo che senza Bookcity, che ha dato un contributo positivo pur considerato il contesto difficile, probabilmente sarebbe andata anche peggio".

IL SALUTO ALL'UTOPIA - Domani sera la libreria Utopia ha organizzato un brindisi di saluto nell'ormai ex sede di via Moscova. Boeri non potrà esserci ("purtroppo avevo già preso un altro impegno") ma ci tiene a salutare "gli amici dell'Utopia, che andrò a incontrare nella nuova sede, e a cui mando il mio in bocca al lupo per il futuro".

Tags:
librerielibrerie milanolibreria hoeplihoeplistefano boeri

i più visti

casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.