A- A+
Culture
La Dama con l'ermellino diventa interattiva

La mostra Leonardo3 - Il Mondo di Leonardo, aperta fino al 31 ottobre 2015 in Piazza della Scala (ingresso Galleria Vittorio Emanuele) a Milano, si arricchisce di una nuova esperienza interattiva. Il continuo incremento dei contenuti della mostra conferma l’impegno del Centro studi Leonardo3 (L3) nel rendere la visita della mostra un’esperienza sempre diversa e appagante, anche per chi ha già visitato l’esposizione in passato. 

I nuovi contenuti digitali, fruibili tramite un ampio schermo touchscreen HD, sono dedicati a uno dei più famosi ritratti di Leonardo da Vinci, quello di Cecilia Gallerani, noto come la Dama con l’ermellino. Fotografie in alta definizione, animazioni e ricostruzioni tridimensionali e accurate informazioni storiche arricchiscono e completano il percorso di visita.

guarda la videointervista di Andrea Radic al curatore Edoardo Zanon

 

 

La Dama con l’ermellino
Il dipinto ad olio su tavola – databile tra il 1488 e il 1490 e oggi conservato a Cracovia in Polonia – si caratterizza per la straordinaria capacità introspettiva dimostrata da Leonardo e l’altissima qualità della stesura pittorica. La stessa Cecilia Gallerani, evidentemente soddisfatta del proprio ritratto, in una lettera destinata alla marchesa di Mantova Isabella d’Este, definì Leonardo “un maestro tanto bravo che è difficile trovarne uno uguale”. 

Il ritratto propone un’iconografia di grande interesse e originalità. Cecilia Gallerani non è ritratta né frontalmente né di profilo come nella tradizione ritrattistica dell’epoca, ma leggermente di tre quarti, con il viso e lo sguardo protesi verso destra, introducendo movimento e azione in un genere pittorico solitamente statico e privo di elementi narrativi. Il ritratto non si limita alla semplice documentazione dei bei lineamenti della giovane, ma sembra narrare un episodio.

Osservando la donna si può immaginare l’istante prima di quello ritratto, mentre Cecilia è ancora rivolta verso Leonardo, con l’ermellino tranquillamente adagiato sul braccio. All’improvviso accade qualcosa: l’animale si solleva nervoso e Cecilia si volta mentre con la mano trattiene  delicatamente l’ermellino, il cui scatto viene descritto minuziosamente da Leonardo attraverso una resa anatomica dettagliatissima. La virtuosa tecnica artistica di Leonardo è così in grado di regalarci uno stupefacente scorcio sulla vita di corte milanese degli ultimi decenni del XV secolo.

È ragionevole supporre che a commissionare il ritratto della bella Cecilia, amante di Ludovico il Moro, fu lo stesso duca di Milano. Dell’amore tra Cecilia e Ludovico si conservano numerose testimonianze documentali. Lo stesso Ludovico in una lettera del 9 luglio 1485 al fratello Ascanio Sforza, scrisse: “Da qualche giorno ho il desiderio di darti una buona notizia. Ho iniziato a frequentare una giovane milanese, dal sangue nobile, molto onesta e dall’aspetto più bello di quanto potessi immaginare”. Le cronache del tempo raccontano di Cecilia come di una donna dall’inconsueta eleganza e bellezza.

Il poeta Bernardo Bellincioni dedica alla giovane donna alcuni noti versi:
“Di cosa ti arrabbi? Verso chi provi invidia?
Invidi forse Leonardo da Vinci che ha ritratto la tua stella Cecilia,
oggi così bella da avere occhi così belli che al loro confronto la luce del sole pare ombra scura.
Ludovico puoi dunque ora ringraziare
L’ingegno e la mano di Leonardo
Che con questo ritratto dona ai posteri
l’immagine di Cecilia”.

I contenuti della postazione
La nuova postazione multimediale dedicata alla Dama con l’ermellino offre, come quelle già presenti in mostra, molteplici possibilità di scoperta e approfondimento della produzione del genio toscano, studiate appositamente per un pubblico estremamente differenziato a livello di età e competenze su Leonardo. L’esplorazione dei contenuti digitali – interamente fruibili in italiano, inglese e polacco – consente di soddisfare differenti curiosità e interessi.
Lo schermo touchscreen in alta definizione permette di osservare il capolavoro del grande maestro come mai prima d’ora: fotografie in altissima definizione del fronte e del retro dell’opera danno la possibilità di indagare dettagli non visibili ad occhio nudo. 

Ricostruzioni e animazioni tridimensionali consentono di entrare nella rappresentazione con una modalità del tutto inedita e coinvolgente. Vengono proposte delle ricostruzioni 3D del volto di Cecilia ritratto frontalmente, di profilo e di trequarti, secondo le consuetudini ritrattistiche rinascimentali. Ciò che colpisce di più sono le animazioni 3D di Cecilia e dell’ermellino, che permettono al visitatore di relazionarsi e interagire con i protagonisti del ritratto in una modalità personalizzata ed entusiasmante.
 

La postazione interattiva si completa con approfondite informazioni storiche su Cecilia Gallerani, Ludovico il Moro e la corte milanese dell’epoca e con un albero genealogico interattivo che consente di comprendere pienamente la storia della nobildonna ritratta da Leonardo.

Tags:
leonardo-cultura-dipinti-damaermellino
in evidenza
Tatangelo, bikini fa girare la testa Britney Spears senza il reggiseno

E Ilary Blasi... FOTO DELLE VIP

Tatangelo, bikini fa girare la testa
Britney Spears senza il reggiseno

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi

Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi


casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.