A- A+
Culture

 

Lombardi

Il "poeta del socialismo", che sognava una "società diversamente ricca", in nome di un "benessere" che volesse dire: "più cultura, più soddisfazione dei bisogni umani, più capacità per gli operai di leggere Dante e di apprezzare Picasso". Riccardo Lombardi, figura storica del socialismo italiano, a lungo dimenticato, antifascista, tra i padri costituenti, simbolo di coerenza tra cultura e politica, è tornato d'attualità nel gennaio 2010 con l'uscita di "Lombardi e il Fenicottero" (L'asino d'oro edizioni), di Carlo Patrignani.

L'alternativa socialista, il riformismo rivoluzionario, l'attenzione rivolta ai giovani e ai movimenti contestatari, il rifiuto delle "forme deliranti" di un certo tipo di '68, sono alcuni dei temi che rendono attuale Lombardi, rara figura di politico onesto, coerente, lungimirante, fautore di una visione dell'attività politica intesa come interesse per gli altri.

Il saggio di  Patrignani, è stato scelto dal Sole 24 Ore per la sua collana 'I Padri Costituenti'

Tags:
'lombardi e il fenicottero'
in evidenza
Formazione continua e lavoro Ecco come superare il mismatch

La visione di Fondo For.Te.

Formazione continua e lavoro
Ecco come superare il mismatch


in vetrina
E.ON, inaugurato impianto fotovoltaico alla Scuola Germanica di Milano

E.ON, inaugurato impianto fotovoltaico alla Scuola Germanica di Milano


motori
Debutta la quinta generazione di Doblo, anche elettrico

Debutta la quinta generazione di Doblo, anche elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.