A- A+
Culture
Museo del Risparmio, il webinar dedicato alle donne e il denaro

Domani  24 giugno dalle ore 14 alle 15.30Un incontro online con le giovani donne per riflettere sull’importanza dell’indipendenza economica e sperimentare in modo divertente le proprie capacità di pianificazione e gestione del budget personale/familiare 

Domani 24 giugno dalle ore 14 alle 15.30 il Museo del Risparmio organizza il primo incontro online dedicato alle donne per sperimentare insieme l’ABC della gestione del denaro personale e lancia la campagna di sensibilizzazione #avròcuradimestessa. Il progetto è curato da Fabiana Giacomotti, giornalista e adjunct professor presso l’Università di Roma La Sapienza.

Durante l’incontro le partecipanti potranno sperimentare in modo semplice e divertente le proprie capacità di pianificazione e gestione del budget familiare, imparando a curare le proprie finanze, spese di matrimonio comprese. L’evento è aperto a tutti ma è dedicato, soprattutto, alle giovani donne che si avvicinano alla vita di coppia affinché riflettano sull’importanza di ottenere, o mantenere, la propria indipendenza economica. Una donna su due dipende economicamente da altri anche per le piccole spese quotidiane. Questo la espone a forme subdole di violenza psicologica che, nella coppia, prendono connotazioni di controllo economico e che spesso sono accompagnate anche dalla violenza fisica. Rinunciare alla propria indipendenza non è mai una scelta lungimirante.

Dalle principali ricerche del Museo del Risparmio sul tema della dipendenza economica femminile risulta che il 21% delle donne italiane non ha un conto corrente personale, il 9% non ha la firma su alcun conto, cioè non ha modo di conoscere la disponibilità economica della propria famiglia. Il 17% delle donne con un reddito proprio non ha un conto corrente proprio e il 12%, che lo possiede, non lo gestisce in modo autonomo. Si tratta di una situazione di dipendenza conseguenza della scarsa partecipazione delle donne alla forza lavoro e del basso tasso di occupazione - solo il 50%, inferiore di 15 punti percentuali rispetto alla media europea - e dell’ampio ricorso al part-time, che riguarda circa una lavoratrice italiana su tre. I dati della terza edizione della ricerca annuale su scala nazionale promossa dal Museo del Risparmio e Intesa Sanpaolo, in collaborazione con EPISTEME http://www.museodelrisparmio.it/wp-content/uploads/2020/03/20_178_RICERCA_DIGIT_CONSAP_2.pdf fotografano una situazione preoccupante anche in relazione ai risvolti sociali. Benché dalla ricerca risultino più colte e preparate degli uomini, le donne – che fra i laureati sono la maggioranza con il 56 per cento - ritengono spesso di dover delegare la gestione del denaro al partner o alla famiglia di origine perché non si sentono adatte o non lo ritengono importante.

Il confinamento, conseguenza della pandemia, ha portato le donne ad occuparsi ancor di più di prima dei lavori di casa e dei figli, riducendo le possibilità di mantenere o conquistare spazi di autonomia. È, allora, il momento più opportuno per ribadire il punto e aumentare la consapevolezza delle donne dell’importanza di non dipendere economicamente da nessuno e di saper gestire bene il proprio denaro; il solo modo per vivere in piena libertà anche le relazioni personali” ha commentato Giovanna Paladino, Direttore e curatore del Museo del Risparmio.

Durante l’incontro intervengono, inoltre, Elvira Marasco, co-head delegation Woman20 Italy G20 in rappresentanza di AIDDA, partner dell’iniziativa con Italo, secondo la quale “l’Italia sconta un retaggio culturale che carica le donne di false aspettative e fiducia spesso mal riposta. In sintesi, è ora di sfatare il mito del principe azzurro” e lo stilista delle spose Antonio Riva che commenta: “in un matrimonio l’aspetto economico è fondamentale”.

La campagna di sensibilizzazione #avròcuradimestessa associata all’iniziativa “PROMETTO DI PRENDERMI CURA DI ME”, che continuerà con altri incontri in autunno, sta coinvolgendo molte donne - professioniste, manager, dirigenti, imprenditrici, attrici, stiliste, giornaliste, accademiche, studentesse e casalinghe - che si sono unite per testimoniare l’importanza dell’indipendenza economica; perché solo così si può essere veramente libere. Tra di loro: Chiara Boni, Cristiana Capotondi, Giliola Curiel, Cinzia Leone, Claudia Segre, Laura Bosetti Tonatto, Luisa Todini, Maria Luisa Trussardi.

L’iniziativa è realizzata con l’aiuto dei partner ITALO NTV e AIDDA. Sarà possibile scaricare dal sito del Museo (www.museodelrisparmio.it) una guida delle buone pratiche di gestione del denaro dedicata alle giovani donne dal titolo “Prometto di pianificare sempre”.

Per informazioni e modalità di partecipazione all’incontro: http://www.museodelrisparmio.it/prometto-di-prendermi-cura-di-me/

Loading...
Commenti
    Tags:
    museo del risparmiointesa sanpaolo museo del risparmiodonne e denaro
    Loading...
    in evidenza
    Clizia Incorvaia: 'Sesso, baci e...' Sicilia bollente con Ciavarro

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Clizia Incorvaia: 'Sesso, baci e...'
    Sicilia bollente con Ciavarro

    i più visti
    in vetrina
    Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105

    Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    CUPRA svela il primo modello completamente elettrico

    CUPRA svela il primo modello completamente elettrico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.