A- A+
Culture
LidiaSella1

LA PRESENTAZIONE:

Eros, il Dio lontano. Visioni sull’Amore in Occidente: difficile catalogare questo nuovo lavoro di Lidia Sella. Si potrebbe definire flusso di pensiero in veste di calligrammi. E anche critica sociale spruzzata di humour e spiritualità. Oltre che radiografia di un declino epocale, nella luce di emozioni sublimate. Oppure apologia del maschio latino e insieme balsamo per la rinascita di Afrodite. E, perché no?, saggio poetico-scientifico. Se non, addirittura, moderna mitologia erotica. O, ancora, breve storia dell’umanità, costruita seguendo il filo rosso dell’Amore che conduce fino ai turbamenti del terzo millennio. E persino manifesto politico-filosofico per risvegliare nei popoli d’Occidente il desiderio di un nobile destino. O, magari, semplice proposta per un innovativo rapporto uomo-donna nel solco della tradizione, dopo avere metabolizzato l’ubriacatura femminista. Sempre cullandosi però nella dolcezza del dubbio. Un impalpabile treno di speranza su cui salire prima che la nostra civiltà convulsa si schianti nell’abisso. La prospettiva, rigorosamente laica, è carica di una sacralità pagana. L’essere umano è aggiogato ai vincoli che la sessualità impone. Siamo tutti, senza scampo, ciò che sta scritto nelle stelle filanti del dna. E figli della nostra onirica, tragica infanzia. Infine c’è il Fato a ordire gli incontri. E a scioglierli. Nessuno di noi dunque è mai davvero libero di amare. Il divino Eros non è solo un pretesto letterario. È radice, linfa e seme. Poi motore, simbolo, farmaco, traguardo. E salvifico miraggio di serenità. Qui si alternano e intrecciano vari registri espressivi: divulgativo, ideologico, lirico. E ironico. In questo libro c’è disperazione, rivolta, denuncia e malinconia. Accanto a una buona dose di cinismo. Eppure non manca la carezza lieve d’un sorriso e una profonda nostalgia d’amore, che scivola dentro se stessa simile alla sabbia della clessidra, prigioniera e regina del tempo che la attraversa. Tale lettura potrebbe forse scatenare polemiche. L’autrice sembra invece più interessata a liberare l’enorme potenziale di energia positiva bloccato nel sottosuolo, là dove si celano fiumi carsici di armonia sopita. Un po’ come se, nell’eterno tiro alla fune tra Eros e Thanatos, dovessimo imparare di nuovo a parteggiare per la Vita.

 

L'AUTRICE - Lidia Sella, giornalista, è nata a Milano, dove vive e lavora. Ha collaborato con quotidiani e numerose riviste e ha pubblicato i libri Amore come (Sonzogno, 1999) e La roulette dell’amore (Rizzoli, 2000), La figlia di ar (La Vita Felice, 2012). Il suo sito internet è www.lidiasella.it.

LEGGI UNA DELLE POESIE:


Cosmo innamorato
 

Una virgola nel buio, la Via Lattea.
Attorno, cento miliardi di galassie
già svelate.
E, nelle pieghe desolate del cosmo,
astri solitari danzano in eterno.
Tutti gli inquilini del tempo
– multiformi creature misteriose
animali dotati di coscienza
bestie feroci
protozoi, virus, ectoplasmi,
felci, alberi e spugne –
qui sul pianeta azzurro
o a distanze inimmaginabili
vivono ricamando
il loro destino d’amore.
L’ossigeno desidera idrogeno
il mare le nuvole
il vento la sua musica.
Giovani quark innamorati
si riversano a sciami
su campi di leptoni fioriti.
E particelle gemellate
affluenti fratelli
sognano amore.

Tags:
lidia sella

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.