A- A+
Culture
QuiBaseLuna

Un nome da fantascienza d’altri tempi per battezzare una nuova e originale realtà di produzione musicale, nata dalla collaborazione tra Doc Servizi (cooperativa leader nei servizi per lo spettacolo), Gianni Cicchi (figura storica del panorama musicale italiano) e Stefano Castagna (produttore musicale con una lunga esperienza di realizzazione di progetti discografici a livello internazionale). Non una nuova etichetta indipendente ma un Ecosistema Musicale. E sono Beatrice Antolini, Angela Kinczly e La Tarma, le prime tre artiste che fanno parte del progetto. Per descriverla si potrebbe adottare la tradizionale categoria di “etichetta discografica indipendente” ma... ha ancora senso usare questa denominazione dopo le grandi mutazioni? Non è forse arrivato il momento di sperimentare definizioni diverse per rappresentare nuovi mondi e modi di realizzare e proporre musica?

 

"Qui base luna" è stata progettata per essere, ed è a tutti gli effetti, un Ecosistema Musicale, un’inedita definizione questa per un network di persone e di competenze che cooperano secondo valori etici e criteri di trasparenza in tutto il territorio italiano. "Qui base luna" agisce secondo criteri di economia civile: le persone, le comunità e le (bio)diversità musicali sono obiettivi prioritari e proprio per questo non è un’impresa dell’economia di mercato. “Il cambiamento di approccio è radicale” - dice Gianni Cicchi - “Qui base luna è un sistema aperto, un nuovo spazio con una nuova visione, anche economica, rispondente a criteri di equità che non provoca né induce l’impoverimento del terreno culturale: ciò che sotto gli occhi di tutti è avvenuto finora”. Qui base luna produce, pubblica, promuove, mette in scena live, orienta e sostiene i suoi artisti con un approccio eco-sistemico che copre l’intera filiera musicale.

“La nostra presenza nel progetto è un segno di novità“ - dice Demetrio Chiappa presidente di Doc Servizi - “la profonda trasformazione in atto nel mondo della musica, pone l’esigenza di nuove risposte che connettano l’artista e ne orientino da subito la visione verso l’insieme di tutte le attività.” "Qui base luna" intende mettere in discussione anche quella pervasiva ed estremista forma di classificazione - “mainstream” / “indie” - che ha generato distorsioni estetiche e faziosità, agli antipodi della musica e del suo potere di unificare culture, fedi, uomini e donne. “Un dualismo che spesso impedisce agli artisti in primis, di sentirsi pienamente liberi di esprimersi ed evolvere” - dice Stefano Castagna - “al contrario, Qui base luna intende rappresentare per gli artisti un nuovo spazio di espressione al di fuori di tale riduttiva catalogazione e senza vincoli di genere.”

"Qui base luna" dunque non è un Etichetta Indipendente, è possibile semmai qualificarla come “Etichetta Interdipendente”, come lo è a tutti gli effetti un ecosistema. Il suo capitale primario è il “Capitale delle Relazioni” e la sua unicità sta nella capillare presenza sul territorio, grazie alla rete delle filiali Doc Servizi, che fungono da antenne in costante ascolto verso artisti, musicisti e visionari di ogni pianeta che trasmetteranno un segnale non omologato. Questo è il perimetro della base dalle cui piattaforme partiranno in sequenza ravvicinata tre artiste che hanno aderito alla nuova visione. Tre donne in esplorazione, tre emissioni, tre album preceduti dai rispettivi brani di lancio:

Il calendario delle prime opere in uscita

BEATRICE ANTOLINI  “Vivid”         LP  apr  2013 - singolo  05.04.2013
ANGELA KINCZLY       “La visita”   LP  mag 2013 - singolo  19.04.2013
LA TARMA                  “Antitarma” LP  set   2013 - singolo  17.05.2013

Tags:
"qui base luna"beatrice antolini
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.