A- A+
Culture

Un'esplosione di raggi gamma, probabilmente causata dalla collisione fra due buchi neri, sarebbe all'origine di misteriosi raggi cosmici che hanno colpito la Terra alla fine dell'ottavo secolo. Alcuni ricercatori giapponesi avevano scoperto a giugno, all'interno degli anelli di alcuni tronchi d'albero, la traccia di raggi emessi da un evento cosmico finora non compreso. La datazione dei tronchi fa risalire questo fenomeno all'anno 774 o 775.

spazio pianeta 500

Secondo Fusa Miyake e i suoi colleghi dell'Università di Nagoya le analisi dei contenuti degli anelli di crescita di due cedri giapponesi mettono in evidenza un forte e brusco aumento del carbonio 14, pari all' 1,2%, un aumento circa 20 volte superiore alle variazioni attribuite alla variazioni dell'attività del Sole. Scartate diverse ipotesi, dall'eruzione solare all'esplosione di una supernova, la spiegazione fornita da due scienziati dell'istituto di astrofisica dell'università tedesca di Iena è quella di un bombardamento di raggi cosmici, un "flash" di raggi gamma, che in pochi secondi avrebbe emesso un quantitativo di energia superiore a quello che il Sole esprime in miliardi di anni di attività.

Tags:
raggigammaterra

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.