A- A+
Culture


 

LO SPECIALE

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

Sabato 26 gennaio 2013 approderanno in tutte le librerie del web i primi tre titoli di Laurana Reloaded, collana diretta da Marco Drago e dedicata al recupero della migliore narrativa italiana comparsa sugli scaffali tra gli anni Novanta e gli anni Duemila e poi scomparsa causa normale ciclo di smaltimento del sistema editoriale. Normale ciclo di smaltimento che grazie all’ebook non ha più ragione d’essere. Per questo Marco Drago, che in quegli anni ha fondato e diretto “Maltese Narrazioni”, la più importante rivista underground italiana, è tornato sui suoi passi, ha riaperto l’agendina telefonica e ha iniziato a telefonare ai compagni d’avventura di un tempo.
 

Il 26 gennaio saranno così di nuovo disponibili Forme d’onda di Dario Voltolini, uscito nel 1996 da Feltrinelli, Il mostro di Vigevano di Piersandro Pallavicini, peQuod, 1999, e infine Sono l’ultimo a scendere (e altre storie credibili) di Giulio Mozzi, pubblicato da Mondadori nel recente 2009 ma già indisponibile. Seguiranno autori come Roberto Alajmo, Flavio Santi, Ernesto Aloia e tanti altri. Ognuno pubblicato con materiali inediti, con nuove prefazioni, con appendici ricche di informazioni.
 

Qual è la sfida che anima Laurana Reloaded? Scegliere. Evitare di recuperare in maniera acritica i libri e semplicemente metterli in rete, ma studiare una successione che faccia uscire un’idea precisa di cosa sono stati questi ultimi due decenni. E tornare a valorizzare ogni singolo libro come se fosse nuovo, cercando di farlo percepire, di ottenere per lui visibilità, di raccogliere il favore dei lettori. È questa la sfida che la casa editrice e Marco Drago intendono affrontare insieme.

I PRIMI TRE TITOLI:


Dario Voltolini, Forme d’onda
Quando nel 1996 uscì Forme d’onda nella collana “I Narratori” di Feltrinelli si ebbe da subito la sensazione di trovarsi di fronte a un capolavoro. E a un capolavoro ben strano, fatto di frammenti incantevoli. Voltolini era al terzo libro ed era già molto stimato, ma fu con Forme d’onda che si affermò definitivamente.
Laurana rende di nuovo disponibile questo titolo con orgoglio, accompagnandolo con il consiglio dato da Marco Drago di “non divorare il libro in un boccone ma di leggere uno o due racconti al giorno, per poterci pensare su. Ognuna delle prose contenute in Forme d’onda contiene un’infinita sapienza ritmico-linguistica e un nucleo di senso che tende a venir fuori solo a lettura terminata”.
In appendice, una lettera inedita di Matteo Galiazzo a Dario Voltolini.
 

Giulio Mozzi, Sono l’ultimo a scendere (e altre storie credibili)
Dal maggio 2003 all’ottobre 2008 Giulio Mozzi ha scritto e pubblicato in rete, più o meno quotidianamente, un diario in cui raccontava di giri su e giù per l’Italia, buffi incontri, telefonate sconclusionate e così via. Insomma, tutte cose che possono capitare a uno scrittore ambulante. Nel 2009 Mondadori ha pubblicato una selezione di quelle storie col titolo Sono l’ultimo a scendere (e altre storie credibili). Il libro, prima di uscire dal catalogo della Casa di Segrate, ha fatto in tempo a vincere il Premio Settembrini 2011.
Oggi Laurana lo ripropone con dieci storie in più e un’appendice che comprende una selezione della grande accoglienza critica riservata alla raccolta. Perché, come ha scritto Filippo La Porta, “l’autore fa letteratura con la realtà spicciola, banale, limitandosi a metterla in scena con un montaggio minimo”. Dunque, l’autore parla a noi tutti. Parla di noi tutti.


Piersandro Pallavicini, Il mostro di Vigevano
Il mostro di Vigevano, uscito per la prima volta nel 1999 per la casa editrice peQuod, è il libro d’esordio di un romanziere tra i più apprezzati oggi in Italia (tra i suoi altri titoli, tutti pubblicati da Feltrinelli, ricordiamo almeno Atomico dandy, del 2005, e Romanzo per signora, del 2012). Qui, nel Mostro, si narrano le peripezie erotiche di Marco Calibani, giovane assistente universitario che nell’assenza di sentimento e nel dinamismo del corpo trova i binari su cui far correre la sua vita. Un American Psycho ambientato in Lomellina, composto di una prosa rapida e acuta, che rispecchia in pieno lo spirito letterario dei tempi che furono, anni in cui si guardava con interesse e ammirazione agli scrittori dell’antologia Gioventù cannibale. In questa nuova edizione è possibile leggere le vicende editoriali del romanzo, raccontate dall’autore in una premessa scritta appositamente.


IL DIRETTORE DI COLLANA:
 

Marco Drago (Canelli, Asti, 1967) è autore di un libro di racconti – L’amico del pazzo, Feltrinelli, 1998 – e di tre romanzi: Cronache da chissà dove (minimum fax, 2000) e poi, tutti da Feltrinelli, Domenica sera (2001) e Zolle (2005). Nella collana Zoom dell’editore milanese è uscito nel 2012 La vita moderna è rumenta. Ha collaborato con varie testate, tra cui “Tuttolibri”, “la Repubblica”, “Il Mucchio Selvaggio”, “Rockerilla”, “GQ”, “Rolling Stone”. Ma soprattutto, ha fondato nel 1989 e diretto fino al 2007 la rivista “Maltese Narrazioni”, che è stata palestra per un’intera generazione di narratori italiani. Con Gaetano Cappa è autore e conduttore di “Chiedo asilo”, in onda tutti i giorni su Radio24.

 

Tags:
lauranae-bookebooklaurana reloaded

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.