Stati Uniti/ Dopo l'elezione di Obama esplode il razzismo e c'è già chi cerca vendetta

Lunedì, 17 novembre 2008 - 18:00:00


Un manifesto razzista anti-Obama
C'è sempre, in ogni parte del mondo, chi si rifiuta ostinatamente di accettare i risultati di una elezione politica. Le ragioni sono a volte viscerali, altre limitate a frasi sconce. Quanto sta succedendo negli Stati Uniti dopo la vittoria di Obama era nelle previsioni dei vincitori e nei programmi dei vinti: "vendetta occorre", insomma. E anche se in questa nazione c'è  l'abitudine - ammettiamolo - di minacciare chi è al potere, stavolta molti americani sono convinti che qualcosa succederà. L'America, cari lettori, è uno dei più violenti Paesi della Terra.

Croci bruciate, alunni delle elementari che cantilenano "assassinate Obama", figure di colore appese al cappio, minacce scritte su case e auto. Così si inumidisce il bagliore postelezioni del progresso razziale e dell'armonia, mettendo bene in evidenza il testardo razzismo che vive ancora nelle menti di tanti statunitensi. Dalla California al Maine le polizie locali hanno documentato una sfilza di crimini per ora ancora definiti presumibili. In Snellville, nella Georgia, un ragazzo delle elementari ha detto a una amica di 9 anni: "Spero che qualcuno uccida Obama". Denene Millner, una donna di colore di Snellville, ha ricevuto due scatole che si usano per portare le pizze a casa, piene di feci.

Mark Potolk, bianco, direttore del Centro Povertà del Sud che controlla i crimini razziali, ha detto a Affari: "Ci sono stati centinaia di incidenti dal giorno delle elezioni: minacce contro la popolazione di colore da parte di studenti universitari; molta gente in questa nazione sente come se stesse perdendo tutto quanto conosce, che alla nazione che i loro antenati costruirono sia stato rubato qualcosa". Grant Griffin,46 anni,bianco della Georgia, ha espresso sentimenti analoghi: "Sono convinto che la nostra nazione sia cambiata per il peggio da alcuni decenni;l'elezione di Obama rappresenta il culmine del cambiamento". Nel Mississippi la polizia ha bloccato tre giovani armati fino ai denti che tentavano di arrivare a Washington prima del 20 gennaio, giorno dell'inaugurazione del nuovo presidente. I giovani ha detto che erano pronti a morire per portare a termine il loro progetto. Ma niente paura, dietro di noi ci sono centinaia di altri giovani pronti...".

In un paese della Louisiana sono riapparse le croci in fiamme,come i tempi del Klu Klux Klan. Un messaggio lasciato nei pressi di una casa abitata da neri, diceva: "Vattene da qui, sporco negro, altrimenti ti bruciamo vivo!". William Ferris, direttore del centro Studi per il Sud, ha affermato: "E' il cambiamento più profondo nel campo delle razze in questa nazione sin dai tempi della Guerra Civile. Sta squassando le fondamenta su cui la nazione è esistita per centinaia di anni. Qualcuno ha detto che il razzismo è come un cancro,non si riesce mai di eliminarlo, è in remissione". Uno studente della scuola media di Covington, nel Maine, nord degli Stati Uniti, è stato sospeso perchè indossava una maglietta di Obama il 5 novembre.

Altri incidenti si sono avuti all'Università della Carolina del Nord. Studenti firmano un poster che dice: Riempiamo la testa di quel negro di pallottole. A Standish, nel Maine, un negozio offre un gioco: scommetto un dollaro per indovinare il giorno in cui faranno fuori Obama. Un poster accanto dice: accoltellamento, sparatoria, bomba per strada, contano tutti. A Long Island (New York) e nel Texas, centinaia di auto verniciate con frasi come: vattene in Africa. Un black teenager di New York attaccato da quattro giovani bianchi con mazze da baseball; finito in ospedale con prognosi riservata. BJ Gallagher, sociologo di fama, ha spiegato al nostro giornale: "Se non posso fare del male alla persona che odio,allora cerco un sostituto,qualcuno della stessa razza. E' stupido e vano come prendere a calci il proprio cane quando hai avuto una dura giornata in ufficio". Ma è proprio cosi'?
 
Benny Manocchia

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA