A- A+
Culture
The Eyes il talent dell'arte. Lorenzo Marini presiede la giuria

Parterre de rois per la  giuria della seconda puntata di The Eyes, il talent show sulla pittura, in onda sabato 6 ottobre alle 21.00, su Elite Shopping tv (visibile sul canale 121 del digitale terrestre e, in chiaro, sull'863 del bouquet Sky). A giudicare le opere dei concorrenti, giovani artisti, quasi tutti under 30, che frequentano l'accademia o che si sono diplomati da poco, saranno Lorenzo Marini, Primo Marella, Christian Marinotti e Vincenzo De Vera  D'Aragona, tutti nomi di primissimo piano nel mondo dell'arte e della creatività.
Il meccanismo del talent prevede che i concorrenti si sottopongano a due prove, una tecnica (per valutare la loro preparazione accademica) e una creativa, in cui sono chiamati a interpretare un tema di attualità. Sulla base delle due prove i giurati indicheranno i due concorrenti candidati alla vittoria di tappa e i due a rischio eliminazione. Il responso finale va al televoto, cui si può accere su Affaritaliani e sul sito di Elite Shopping tv (www.eliteshopping.tv).
Presidente della giuria sarà Lorenzo Marini, uno dei più prestigiosi art director italiani. Marini, prima di laurearsi in architettura e di entrare nella pubblicità, ha frequentato l'Accademia di belle arti di Venezia, dove è stato allievo di Emilio Vedova. In questi anni non ha mai abbandonato la pittura, e, in silenzio, ha continuato a dipingere. Finalmente il prossimo 4 ottobre, nello spazio pubblico di Villa Vertua Masolo, a Nova Milanese, con il patrocinio della Provincia di Milano, presenterà una mostra antologica dei sui dipinti.
Primo Marella, uno dei più noti galleristi europei, era già stato nella giuria della prima puntata. La sua galleria è partner di The Eyes e ospiterà una mostra personale del vincitore assoluto.
I 16 finalisti del talent parteciperanno invece a una collettiva che si terrà presso la Fondazione Umanitaria di Milano. A rappresentare la nobile istituzione lombarda in giuria è Vincenzo De Vera D'Aragona. Noto lobbista, De Vera è stato per 16 anni nel cda dell'Umanitaria e attualmente fa parte del cda de I Chiostri, sempre del gruppo Umanitaria.
Il quarto giurato è l'editore milanese Christian Marinotti, collezionista da tre generazioni. Raffinato esperto d'arte, Marinotti, è cresciuto tra i capolavori del primo Novecento, acquistati dal nonno Franco (che fu, tra l'altro, presidente della Snia Viscosa) e quelli delle avanguardie anni ’50, in particolare di Lucio Fontana, collezionate dal padre Paolo, fondatore di Palazzo Grassi, poi ceduto agli Agnelli e, oggi fiore all'occhiello del Gruppo Pinault. Da parte sua, Christian, come collezionista predilige in questo momento la fotografia e il video.
Una curiosità, tutti i giurati, oltre all'arte, frequentano o hanno frequentato il mondo del business e, in particolare della comunicazione. Un indizio di quello che sarà il tema della prova creativa?

 

Tags:
talent-arte-theeyes
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.