A- A+
Economia

 

Dubai


Dopo la Turchia, primo Paese ad emettere Sukuk nel settembre dell'anno scorso, tocca ora al Regno di sua maestà emettere obbligazioni che rispettano le regole della sharia. Il Ftse, il listino londinese, punta infatti sulla finanza islamica con i bond Sukuk.

Il premier David Cameron ha annunciato oggi che la Gran Bretagna diventerà il primo Paese non musulmano a offrire obbligazioni in linea con le regole della finanza islamica. La sharia proibisce gli interessi sul prestito: i bond islamici sono legati a specifici progetti di cui si acquista una quota, ottendo in cambio la propria parte di profitti generati.

Il primo bond da 200 milioni di sterline sarà lanciato già nel 2014, mentre la borsa di Londra si doterà presto anche dell'Islamic Market Index, un nuovo indice di società sempre in regola con le norme della sharia. La Gran Bretagna è il primo Paese non musulmano a scegliere questa strada. Anche la borsa, spiega l'ufficio del primo ministro britannico Cameron, verrà coinvolta.

E' in preparazione un indice del mercato islamico che permetterà agli investitori di identificare le compagnie che ripettano le regole della sharia. Già alcune compagnie britanniche, come Tesco e Hsbc hanno emesso bond islamici attraverso proprie filiali in Medio Oriente e nel Sud Est asiatico.

Borsa Affari 1

 

"La finanza islamica cresce a un ritmo superiore del 50% al settore bancario tradizionale e gli investimenti a livello globale cresceranno a 1.300 miliardi di sterline entro il 2014, e per questo vogliamo assicurarci che una grossa percentuale di questi nuovi investimenti siano qui in Gran Bretagna", ha detto Cameron.

Il Governo britannico, che di recente ha allentato le regole per attrarre le banche cinesi nella City, punta a far diventare Londra un centro finanziario non europeo ma globale. Venti banche in Gran Bretagna offrono giá prodotti finanziari islamici, ma l'obiettivo é di moltiplicare il loro numero.

L'emissione di un bond islamico apre al Tesoro nuove fonti di finanziamento. In un articolo sul Financial Times di oggi, il cancelliere dello Scacchiere George Osborne scrive che "il nuovo bond sosterrá l'espansione della finanza islamica in Gran Bretagna, portando benefici a musulmani e non, compresi i 2,7 milioni di musulmani che vivono qui. L'emissione di bond islamici sarà un esempio che altre istituzioni seguiranno, portando a un'espansione dei sukuk come asset class sui mercati dei capitali del mondo, e promuovendo gli investimenti stranieri nelle infrastrutture britanniche, di cui abbiamo bisogno."

 
Tags:
bondindiceislamlondra
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.