A- A+
Economia
Asos, effetto Brexit sui costi di produzione: il ceo lascia dopo dodici anni

Asos, il colosso della moda online mette in guardia sull'aumento dei costi dopo l'annuncio delle dimissioni del ceo Nick Beighton

Asos, tra i più grandi rivenditori online britannici di abbigliamento, dopo il boom dello shopping online durante la pandemia di Covid con ricavi in ​​crescita di un quinto e profitti in aumento di un quarto nell'anno fino alla fine di agosto, si aspetta un calo di oltre il 30% degli utili nell'anno fiscale 2022. Il tutto a causa di una serie di fattori, tra i quali i maggiori costi logistici, i disagi sulla catena di approvvigionamento e la Brexit in corso. In particolare, i profitti adjusted prima delle tasse dovrebbero essere compresi tra 110 milioni e 140 milioni di sterline, rispetto ai 193,6 milioni di sterline dell'anno fiscale 202, chiuso il 31 agosto. 

La crescita delle vendite nell'anno fiscale 2022 dovrebbe essere compresa tra il 10% e il 15%, con una crescita dei ricavi del primo semestre "mid-single digits". Asos prevede che le pressioni sulla catena di approvvigionamento a livello di settore continueranno per tutto il primo semestre, con conseguenti tempi di consegna più lunghi e fornitura limitata da alcuni dei marchi partner. La società si aspetta inoltre maggiori costi di trasporto in entrata e in uscita, e un aumento del costo del lavoro.

Contestualmente alla pubblicazione dei risultati finanziati per l'anno fiscale 2021, chiuso con ricavi pari a circa 3,9 miliardi di sterline e un Ebitda adjusted di circa 343 milioni di sterline, la società ha comunicato che il ceo Nick Beighton e il consiglio di amministrazione hanno concordato che "è il momento giusto per lui di dimettersi dalla carica di amministratore delegato dopo 12 anni con l'azienda", di cui sei come Ceo. Mentre è in corso la ricerca di un successore, l'attuale cfo Mat Dunn assumerà il ruolo aggiuntivo di chief operating officer e guiderà l'attività su base quotidiana, mentre Katy Mecklenburgh, attualmente Director of Group Finance, diventerà Interim Chief Financial Officer. Intanto, sulla Borsa di Londra il titolo di Asos si posiziona a 2.628,3 con una discesa del 5,49% (è sceso fino a 2.300). Atteso un ulteriore ripiego verso l'area di supporto vista a 2.402,5 e successiva a 2.176,8. 
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    asos brexit ceo dimissioniasos brexit dimissioni
    i più visti

    casa, immobiliare
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.