A- A+
Le Aziende ai tempi del Coronavirus
Intesa Sanpaolo: al via la nuova fase del programma “Rinascimento Bergamo”

Intesa Sanpaolo con il comune di Bergamo per supportare i settori più colpiti dalla seconda ondata del Covid-19.

L'introduzione di un secondo Lockdown che ha portato in Lombardia alla chiusura di molte attività commerciali e artigianali, ha spinto il Comune di Bergamo a ripensare le opportunità di supporto offerte dal programma Rinascimento bergamo per rispondere a questa nuova situazione di crisi. In accordo con Intesa Sanpaolo, e in collaborazione con Cesvi, nuovi contributi a fondo perduto saranno erogati a siostegno delle micro-imprese colpite dalle nuove restrizioni.

Il primo bando Spese Inderogabili, chiuso il 31 agosto, ha riscosso un grande successo, andando a supportare oltre 2.700 imprenditori di diversi settori -  tra cui commercio al dettaglio (25%) dei servizi di ristorazione (16%) dei servizi per la persona (14%) erogando oltre 4 milioni di euro, di cui circa il 60% entro i 10 giorni dalla presentazione della domanda.  Il  bando  “Spese Inderogabili  Flash”  supporterà le micro-imprese colpite dalle chiusure introdotte con il DPCM del 3.11.2020 e la conseguente attivazione della zona rossa nel territorio. Per il bando è stato stanziato 1 milione di euro.

Il Bando Spese Inderogabili Flash prevede l’erogazione di un contributo fino ad un massimo di 1.000 euro per ogni partecipante selezionato e sarà aperto dal 16 novembre ore 12.00, fino al 30 novembre 2020 ore 12.00.

Questo bando ripropone i medesimi requisiti di partecipazione che hanno caratterizzato il precedente bando per le Spese Inderogabili ovvero: essere  microimpresa  ai  sensi  della  normativa  UE:  si  definisce  microimpresa  un'impresa che occupa meno di 10 persone;  fatturato annuo oppure un totale dell'attivo dello stato patrimoniale non superiore a 2 milioni di euro; avere una sede operativa a Bergamo; essere iscritte al Registro Imprese di una Camera di Commercio; non avere subito condanne penali.

A differenza del precedente bando questo riguarderà solo le attività sottoposte a chiusa al pubblico ai sensi del DPCM del 3 Novembre 2020.

Per partecipare al Bando Spese Inderogabili Flash ci saranno due modalità: la  prima  sarà  di  tipo “Flash”   ovvero le imprese che hanno partecipato al bando Spese Inderogabili, sono state valutate positivamente in  relazione  ai  loro  requisiti  e  quindi  hanno  ricevuto  un  contributo  verranno  contattate  attraverso  una  comunicazione  elettronica. Le imprese  che  confermeranno  la  sussistenza  dei  criteri  oggettivi  per  l’assegnazione del nuovo contributo potranno confermare la richiesta di contributo.

Le imprese che invece non hanno partecipato al bando Spese Inderogabili potranno presentare domanda di partecipazione  ‐ tra  le  ore  12.00  del  16 Novembre e  le  ore  12.00  del  30 Novembre  2020  ‐  tramite la  procedura online.

Al Programma Rinascimento si aggiunge un’ulteriore novità, ovvero l’introduzione del “Bando Anguissola” rivolto a  studi  professionali,  studi  associati,  liberi  professionisti,  lavoratori  autonomi  a  partita  IVA  e  consulenti interessati a realizzare progetti di consolidamento, adeguamento, rinnovamento, innovazione  e/o riorganizzazione della propria attività, a seguito della mutazione delle condizioni lavorative e di vita.  

Il bando, che intende assegnare  contributi a fondo perduto, accompagnati da finanziamenti di impatto, a tasso agevolato e senza garanzie, vuole dare priorità ai progetti portatori di idee e finalità coerenti con il  mutato contesto nel territorio e che punteranno a raggiungere risultati concreti e misurabili. 

Le risorse stanziate per il Bando Anguissola ammontano a € 2.500.000 di cui € 500.000 a fondo perduto erogati da Cesvi e € 2.000.000 in finanziamenti d’impatto erogati direttamente da parte di Intesa Sanpaolo

Il Bando  offre  la  possibilità  di  realizzare  interventi  in  diverse  aree,  in  autonomia  o  in  partenariato,  di  adeguamento normativo legato alle prescrizioni e alle  restrizioni COVID-19; di organizzazione e servizi di innovazione, anche sociale ed ecologica, interventi per la creazione di partenariati e per l'integrazione strategica tra professionisti.

Sono ammesse le spese sostenute nel periodo tra il tra il 9 marzo 2020 e la data della rendicontazione finale delle attività, che in ogni caso non dovrà superare il 31 Dicembre 2021. 

Sono ancora attivi i bandi Michelangelo e Raffaello che hanno portato all’approvazione di 290 progetti con oltre 1,6 milioni di euro  destinati a  fondo  perduto  e  oltre  2,3 milioni  di  euro  destinati a  finanziamenti  d’impatto. Gli interventi finanziati da questi bandi stanno accompagnando l’economia  della  città verso  il  domani e rappresentano lo spirito del suo rinascimento. Per permettere ad altre aziende di beneficiare di questa opportunità è quindi stato deciso di  prorogare la scadenza dei bandi "Michelangeo" e "Raffaello" al 28 Febbraio 2021.

Loading...
Commenti
    Tags:
    intesa sanpaolointesa sanpaolo covid 19intesa sanpaolo bergamointesa rinascimento bergamobando anguissolabando rinascimento bergamo
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Ibrahimovic, 7 partite di stop Zlatan contro Fifa 21. EA replica

    Milan, ecco i match che salterà lo svedese

    Ibrahimovic, 7 partite di stop
    Zlatan contro Fifa 21. EA replica


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    DS9 E-Tense, inizia la commercializzazione in Italia

    DS9 E-Tense, inizia la commercializzazione in Italia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.