A- A+
Economia
Borsa, Milano consolida il rialzo nel finale. Ftse Mib +0,73%, spread a 158

Dopo un'apertura in calo, le Borse europee recuperano ottimismo e anche grazie all'andamento positivo di Wall Street accelerano in chiusura. A spingere i listini non solo il via libera del Senato Usa al maxi-piano da 2.000 miliardi di dollari e la mossa a sorpresa della Bce, che ha sospeso la regola del limite agli acquisti su emittente ed emissione nel programma Pepp contro la pandemia del coronavirus; a rincuorare i mercati europei il fatto che la borsa di New York non si e' fatta deprimere dall'impennata dei sussidi settimanali Usa, e ha guardato piuttosto alle parole rassicuranti del presidente della Fed, Jerome Powell, e del segretario al Tesoro Usa, Steve Mnuchin. Cosi' a Parigi l'indice Cac guadagna il 2,51% a 4.543,58 punti; a Francoforte l'indice Dax segna +1,35% a 10.007,50 punti; a madrid l'indice Ibex avanza dell'1,65% a 7.057,00 punti e a Londra l'indice Ftse 100 sale del 2,09% a 5.807,00 punti. Milano ha chiuso a +0,73%.

Piazza Affari consolida il recupero di questa settimana e chiude in rialzo per la terza seduta di fila grazie a uno sprint nel finale che permette al Ftse Mib di fermare le contrattazioni con un guadagno dello 0,57% a punti dopo una seduta volatile. Ad aiutare i listini europei la corsa di Wall Street, che e' in netto rialzo nonostante il boom di richieste di disoccupazione negli Stati Uniti, con le richieste di nuovi sussidi di balzate a 3,28 milioni, sopra le attese degli analisti e con rialzo piu' ampio di sempre. Gli investitori guardano con favore anche all'intervento della Bce e il programma straordinario di acquisti a sostegno alle economie della zona euro colpite dalla pandemia messo in campo da Francoforte.

La discesa dello spread rida' fiato ai bancari che migliorano rispetto alla prima parte della giornata e concludono misti: in calo Unicredit, sale Intesa, corre Fineco (+9,16%). Ben intonato tutto il risparmio gestito (Azimut +7%, Mediolanum +5,5%); fra i finanziari bene anche Unipol. Tonica Poste, deboli le utilities. Nei petroliferi salgono Saipem e Tenaris; fra gli industriali e' invece in luce Leonardo (+6,06%) mentre frena Pirelli. Positiva la galassia del Lingotto: ne beneficia la holding della famiglia Agnelli, Exor, che sale del 3,53%. In calo Ferragamo nel lusso, male Tim e Amplifon.

Spread Btp Bund chiude in calo a 158 punti, rendimento a 1,21% - Lo Spread tra Btp e Bund ha chiuso in calo a 158 punti con il rendimento del decennale italiano all'1,21%.

Loading...
Commenti
    Tags:
    borsapiazza affarifutures piazza affariborse europee
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    La moglie in quarantena? E' una ma vale per quattro

    Coronavirus vissuto con ironia

    La moglie in quarantena?
    E' una ma vale per quattro


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Coronavirus: la flotta Kia per la spesa a domicilio dei bisognosi di Milano

    Coronavirus: la flotta Kia per la spesa a domicilio dei bisognosi di Milano

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.