A- A+
Economia
Addio al mito della seconda casa. Troppe tasse. Meglio l'hotel

"Gli effetti della recessione sono ancora forti ed evidenti nel mercato immobiliare in generale e in quello per le case vacanza in particolare, che sono specchio dell'andamento economico negativo che soffoca l'intero Paese." Lo dice Valerio Angeletti Presidente Nazionale Fimaa, Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari/Confcommercio che ha commentato i dati della ricerca Fimaa-Nomisma sul mercato delle casevacanze in Italia che per il terzo anno consecutivo registra dati negativi sia sulle compravendite che sulle locazioni. "Purtroppo - ha proseguito Angeletti - non vediamo ancora alcun segnale di ripresa effettiva così come speravamo ad inizio anno: il mercato dell'intermediazione è pressoché fermo e i timidi segnali di ripresa delle compravendite non bastano a spingere l'economia del settore, ancora stretta dalla morsa del credit crunch".

La ricerca messa a punto quest'anno da Nomisma di Bologna evidenzia per il 2013 un calo medio nelle compravendite di seconde case del 9,5% contro il 26,7 del 2012. La curva negativa tende dunque a ridursi ma non si riescono ancora a intravedere segnali di effettiva ripresa. Anche il mercato delle locazioni stagionali vede un trend negativo dovuto alla riduzione del tempo medio di permanenza nelle località di villeggiatura specie dei turisti italiani. Il trend negativo colpisce in modo abbastanza uniforme tutte le regioni, solo la Basilicata vede un lieve segno positivo (+ 2) in gran parte dovuto alla località di Policoro che con un lusinghiero +15% è quella che registra la miglior performance nazionale.  Stabili Valle d'Aosta, Toscana e Sardegna. Il calo più marcato (-8%) si registra in Liguria, Umbria e Sicilia.

Il valore medio nazionale di vendita si attesta a 2.500 eur/mq con una lieve prevalenza della montagna sul mare. Per quanto riguarda le locazioni la media di affitto per il mese di agosto per un appartamento con 4 posti letti è di 580 Eur al mare e di 740 in montagna. Su 278 località monitorate conquista la palma di località più cara Santa Margherita Ligure con un prezzo medio del nuovo top di 15.500 Eur/mq. Seguono Forte dei Marmi (15.000) e poi con 14.000 Eur/mq Capri, Madonna di Campiglio con 13.400 eur/mq, Courmayeur con 12.000, Cortina con 10.500 e Porto Cervo con 10.000. Rispetto all'anno scorso le performance migliori si registrano a Corvara e Ortisei che conquistano 3 posizioni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
momenti
i più visti
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.