A- A+
Economia
Centrale Latte Torino, nozze con Firenze. Nasce Centrale Italia

"Proponiamo la fusione, e non l'aumento di capitale, perche' cosi' il processo deliberativo e' piu' semplice. Il concambio e' da definire". Cosi' Riccardo Pozzoli, vicepresidente e ad di Centrale del Latte di Torino, a margine di una conferenza stampa per presentare la proposta di fusione fra la Centrale del Latte di Torino con la Mukki, che include Firenze, Pistoia e Livorno.

"Le centrali del latte di Firenze e di Torino hanno una storia molto simile - ha spiegato Pozzoli - nascono per iniziativa dei sindaci locali, La Pira a Firenze e Coccio a Torino, e nascono per difendere la qualita' locale del latte, per distribuirla poi alla popolazione della citta'. Il fatto che si possano aggregare e' un passo enorme in questo settore che e' estremamente parcellizzato - ha aggiunto Pozzoli - si possono mettere insieme i territori che ognuna di queste aziende occupa, e non ci sono sovrapposizioni, si possono mettere insieme i prodotti su questi territori, e sono prodotti non uguali, per pura combinazione. Metterle insieme - ha concluso Pozzoli - e' un progetto che sicuramente avrebbe un grande significato".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
centrale latte torinopozzolicentrale italiamukki
i più visti
in evidenza
Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

Meteo, offensiva siberiana

Neve e gelo all'assalto dell'Italia
Le previsioni sono da brivido


casa, immobiliare
motori
Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.