A- A+
Economia
Nicos Anastasiades

di Buddy Fox

Negli ultimi anni il copione è sempre lo stesso, dalle riunioni dell'Eurogruppo, alle decisioni sulla Grecia, poi sulla Spagna e infine sull'Italia, alternati ai vari declassamenti che puntualmente arrivano nell'happy hour del venerdì, tutto si ammassa nel weekend e ogni lunedì per i mercati la digestione è sempre molto difficile.

Avreste mai immaginato un crollo dei mercati causato da Cipro? Dicono che è scoppiata un'altra bomba sull'euro, lo dicevano anche di Dubai (ricordate? era il Novembre 2009) e invece risultò essere solo un petardo.

Ho cercato molto sul caso cipriota, ma oltre al catastrofismo generale, al precedente pericoloso, non ho trovato nessuno che riportasse un particolare dell'operazione che potrebbe anche essere di poco conto o una piccola consolazione, ma potrebbe anche fare la differenza.

Nelle ultime ore sembra circolare la possibilità che al prelievo sul conto corrisponda un “omaggio”, un’opzione per i correntisti “defraudati”.

Le "mani in tasca", il prelievo forzoso, la rapina legalizzata (chiamatela come volete) su tutti i conti correnti, sembra portare in cambio azioni dell'istituto bancario presso il quale i correntisti hanno il conto.
Che fine faranno le banche?

Potrebbe essere l'ennesima beffa, il paese fallisce e con esso le banche che crollano azzerando le quotazioni, ma se il risanamento funzionasse?

Nell’epoca della crisi dell’euro, non tutto è necessariamente cupo, bisogna tenere sempre aperte le possibilità di risanamento, non si vive solo di “tragedia greca”, all’Irlanda è successo.  I correntisti oggi depredati, domani si potrebbero trovare una plusvalenza nel conto corrente.

Ricordo che anche a noi, intendo come Italia, capitò una cosa del genere, il prelievo notturno di Amato, ma ricordo anche che i correntisti italiani non ricevettero nulla in cambio. Ricordo male? Forse ai ciprioti non è andata poi così male, e ora sembrano capirlo anche i mercati...

Tags:
buddy fox
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.