A- A+
Economia

Wahid Chammas*

Il Pil di Cipro equivale a quello che l'Europa produce in un solo giorno, ma questa piccola economia potrebbe avere effetti sulla zona euro e sulla crescita globale. Le azioni sono più importanti delle parole. Quindi, nonostante le dichiarazioni secondo cui Cipro è un caso isolato, il prelievo forzoso rischia di contagiare l'Europa.

I mercati di tutto il mondo sono in calo in scia al piano annunciato da Nicosia. Molti depositi, i più sostanziosi, sono legati agli investimenti diretti esteri, soprattutto russi. Il sistema bancario cipriota è sproporzionato rispetto al Pil.

La Germania, il maggior contribuente alla Bce, fa la voce grossa ed è contraria alla concessione di nuovi aiuti senza che cirpioti e (in parte) russi facciano la loro parte. Un linea dura che però ha implicazioni in tutta Europa. Innanzitutto perché aumentano le preoccupazioni dei correntisti dei Paesi più vulnerabili, quali Grecia, Spagna, Portogallo e Italia.

Nonostante l'impegno della Bce a sostenere le banche, un forte deflusso di capitali avrebbe effetti devastanti sull'economia. Per questo Cipro costituisce un precedente preoccupante. L'economia dell'isola è piccola, ma quello che sta accadendo a Nicosia ha un'enorme forza simbolica, capace di intaccare la fiducia nelle manovre di austerità. Lo si è già visto in Italia, dove le elezioni sono state un referendum sull'austerity.

Per evitare il contagio servono parole chiare e decise, soprattutto di Germania e Bce. La palla passa ai politici: se la loro azione fallirà, allora i problemi per l'Europa potrebbero diventare reali. Per ora gli investimenti europei conservano un bilancio rischio-rendimento estremamente favorevole. Ma se politici ed economisti vorranno entrare in territori inesplorati, in Europa il divario tra vincitori e vinti potrà solo allargarsi. 

* Gestore di Janus Europe Fund

Tags:
cirpoeurocrisijanus capital
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo

Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.