A- A+
Economia


 

Giuliano Terzi

Il bollino di Ignazio Visco per il Consorzio Fidi FidiAltaItalia. Il gruppo guidato da Giuliano Terzi (amministratore delegato, nella foto a sinistra) ha ottenuto l'iscrizione nell'elenco speciale dell'articolo 107 del Testo Unico Bancario, diventando quindi Confidi vigilato dalla Banca d'Italia.

La garanzia rilasciata da FidiAltaItalia agevolerà in maniera significativa l'accesso al credito delle imprese ampliandone notevolmente le linee di credito. Gli istituti di credito convenzionati potranno inoltre disporre di un garante più solido e più strutturato.

FidiAltaItalia raggiunge un nuovo traguardo che permetterà al Confidi lombardo sia di ridurre gli assorbimenti patrimoniali del sistema bancario a fronte del credito garantito sia di facilitare l'accesso al credito delle piccole e medie imprese associate.

Costituito nel 1993 da un gruppo di imprenditori, FidiAltaItalia è oggi una realtà consolidata che vanta 5000 soci attivi e una copertura a livello nazionale in importanti regioni italiane quali Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto, Lazio, Abruzzo e Molise. Ciò le permette di avere importanti accordi con numerose banche radicate sul territorio e ottenere i migliori servizi per gli associati. Alla guida di FidiAltaItalia siede oggi Giuliano Terzi che, forte di una notevole esperienza nel mondo imprenditoriale e creditizio, è riuscito a far crescere il consorzio sino a farlo diventare un'importante punto di riferimento, specialmente per le aziende della Lombardia.

"Sono particolarmente soddisfatto dell'iscrizione all'elenco intermediari finanziari ex 107 - ha dichiarato Terzi - non solo perché nel panorama nazionale dei Confidi artigiani italiani siamo una delle poche realtà che ha ottenuto l'iscrizione senza aver beneficiato di contributi pubblici o aver fatto fusioni, ma anche perché questo risultato è arrivato in appena sei mesi dalla richiesta a Banca d'Italia, che ha scelto di premiare chi ha sempre operato mettendo al centro della sua attività la trasparenza. Oggi - ha continuato Terzi - Casartigiani Lombardia annovera un altro Confidi vigilato nella propria organizzazione associativa".

Banca d'italia

Negli ultimi anni l'operato dei Confidi ha contribuito in maniera significativa ad attenuare l'impatto della crisi per le imprese offrendo le adeguate garanzie per permettere agli imprenditori di ottenere finanziamenti e fronteggiando l'aumento delle insolvenze. L'intercategorialità e l'interregionalità di FidiAltaItalia le permettono di offrire i propri servizi a qualsiasi portatore di partita IVA operante sull'intero territorio nazionale. Aver ottenuto l'iscrizione come Confidi 107 rappresenta l'inizio di un percorso che favorirà le aziende socie, e fornirà loro un importante contributo per una rapida ripresa economica.

"Da anni gestiamo il confidi come un'azienda - ha spiegato poi il manager - e ultimamente i nostri utili ci hanno qualificati come uno tra i migliori in Lombardia. La nostra attivissima rete commerciale conta una cinquantina di unità locali capillarmente diffuse in tutto il paese e nel solo 2012 abbiamo aiutato la crescita di circa 350 startup. Ultimamente abbiamo suggerito agli istituti di credito convenzionati di aprire linee di credito per le energie rinnovabili meno note come ad esempio il geotermico". "La rapidità delle nostre delibere, che di solito non va oltre i 6/7 giorni contro i tradizionali 40, e le garanzie offerte ai soci sino ad una percentuale dell'80% sono tra i motivi di vanto che contraddistinguono il nostro operato. L'iscrizione all'elenco di Bankitalia - ha concluso Terzi - ci permetterà di avere garanzie più forti e la conseguente diminuzione di tassi per i soci".

Tags:
confidibankitalia
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio

Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.