A- A+
Economia
Coronavirus: Mittal lascia l'ex Ilva, nel silenzio. Lo Stato chiede 1 miliardo

Coronavirus: Mittal lascia l'ex Ilva, nel silenzio. Lo Stato chiede 1 miliardo

L'emergenza Coronavirus non dà tregua all'Italia. L'economia è in crisi, le aziende faticano a rialzarsi dopo il lockdown. Tra i settori in grossa difficoltà ci sono anche le acciaierie, prima fra tutte Arcelor Mittal, la ex Ilva di Taranto e stando a quanto scrive il Fatto Quotidiano, gli indiani stanno approfittando della situazione per andare via. La multinazionale franco-indiana, in amministrazione straordinaria, dopo aver comprato l'azienda e poi stracciato il contratto di vendita lo scorso autunno e ora risulta solo come affittuario. "Gli indiani è come se non esistessero - spiegano autorevoli fonti di governo al Fatto - i manager europei non rispondono neanche più al telefono. Ora l'esecutivo punta solo a strappare una cifra adeguata per l'indennizzo, si penda ad 1 miliardo, ma la strada sembra in salita.

Anche i tedeschi annunciano la vendita della Acciai Speciali, Arvedi ha chiuso l'altoforno di Trieste e l'ex Lucchini stenta a ripartire: nel pieno dell'emergenza sanitaria si intravedono diversi segnali di una crisi dell'acciaio italiano, già in difficoltà prima del Covid. Il leader dei metalmeccanici della Uil Palombella: "La situazione sta diventando ingestibile e rischiamo dismissioni a raffica. L'esecutivo batta un colpo o gli operai si faranno sentire".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirusemergenza coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiacoronavirus mittalcoronavirus ex ilvacoronavirus acciaio
    i più visti
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

    Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.