A- A+
Economia
Governo Renzi, Padoan (Ocse) è il nuovo ministro dell'Economia


twitter@andreadeugeni

"Sono in partenza per Roma. Mi hanno chiamato a fare il ministro dell'Economia". Resta il tecnico al Tesoro. Pier Carlo Padoan, capo economista dell'Ocse (l'organizzazione di Parigi che raggruppa i Paesi occidentali più sviluppati), sarà infatti il neo ministro dell'Economia del governo Renzi. Come affermato, il nuovo numero uno di Via XX Settembre sta già rientrando dall'Australia, dov'era impegnato nei lavori del G20 a cui non sta partecipando per l'Italia invece il ministro uscente Fabrizio Saccomanni.

Dopo il pressing del Quirinale e della Banca d'Italia che puntavano a una figura tecnica da piazzare come dell'Italia nel rispetto dei parametri di Maastricht (la Bce voleva la continuità con Saccomanni), Matteo Renzi ha dovuto capitolare e sacrificare la sua voglia di mettere al Tesoro un politico. Figura che le indiscrezioni individuavano nel fidato Graziano Del Rio, ex ministro degli Affari Regionali del governo Letta e ora invece sottosegretario in pectore della Presidenza del Consiglio.

Economista e professore universitario, Padoan è molto quotato negli ambienti finanziari internazionali: ha avuto incarichi come consulente presso la Banca Mondiale, la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea. Dal 1 giugno 2007 è Vice Segretario Generale dell’Ocse, di cui due anni più tardi è divenuto Capo Economista, mantenendo entrambe le cariche. Nominato a fine gennaio anche presidente dell’Istat, Padoan è stato il rappresentante dell’Ocse al G20 Finanza e a capo della Risposta Strategica, della 'Green Growth and Innovation Initiative' dell’organizzazione. Prima ancora il tecnico è stato professore di Economia all’Università La Sapienza di Roma e direttore della Fondazione Italianieuropei, un think-tank politico che si occupa di temi economici e sociali.

Tra il 2001 e il 2005 ha ricoperto il ruolo di Direttore esecutivo per l’Italia del Fondo monetario internazionale con responsabilità su Grecia, Portogallo, San Marino, Albania e Timor Est, mentre dal 1998 al 2001 è stato consigliere economico presso la presidenza del Consiglio dei ministri, collaborando con i premier Massimo D’Alema e Giuliano Amato, e responsabile per il coordinamento della posizione italiana nei negoziati dell’ Agenda 2000 per il bilancio Ue, l’Agenda di Lisbona, il Consiglio Europeo, gli incontri bilaterali e i vertici del G8. Dal 1992 al 2001 ha anche insegnato al College of Europe ed è stato visiting professor in Italia, Argentina, Giappone, Polonia e Belgio.

Come ultimo incarico, Padoan sarebbe dovuto succedere (a breve) ad Enrico Giovannini come presidente dell'Istat. Casella che ora il Parlamento dovrà riempire di nuovo.

Tags:
economiatesororenzi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.