A- A+
Economia
 
fiat design (14)
Ancora un bollettino di guerra per il mercato dell'auto. Nel 2012 le nuove immatricolazioni in Europa hanno toccato il livello più basso dal '95, totalizzando 12.053.904 auto: con la conseguenza che il mercato delle quattroruote nei 27 Paesi Ue ha segnato un calo dell'8,2%, il maggior ribasso dal 1993 (-16,9%). Lo comunica l'Acea, l'associazione che riunisce i costruttori di auto presenti in Europa. Considerando i 27 Paesi Ue più quelli Efta le nuove immatricolazioni nel 2012 sono calate del 7,8% a 12.527.912.

Tra i cinque principali mercati dell'auto in Europa, l'Italia è quella che nel 2012 registra la flessione maggiore (-19,9% a 1.402.089 nuove vetture). Cali a doppia cifra anche per Francia (-13,9% a 1.898.760) e Spagna (-13,4% a 699.589). In ribasso le vendite anche in Germania (-2,9% a 3.082.504), mentre la Gran Bretagna registra un aumento delle nuove immatricolazioni del 5,3% a 2.044.609 unità. Guardando al solo mese di dicembre, è invece la Spagna a mettere a segno la flessione più marcata (-23% a 51.197 unità), seguita dall'Italia (-22,5% a 86.735). Ribassi a doppia cifra anche per Germania (-16,4% a 204.331) e Francia (-14,6% a 160.314). In controtendenza la Gran Bretagna, che registra un incremento delle immatricolazioni del 3,7% a (123.557).

Considerando l'intera Europa a 27 più i Paesi Efta, nel 2012 il progresso maggiore lo registra l'Islanda (+56,4%), mentre il calo più marcato lo registra la Grecia (-40,1%). A dicembre, invece, l'Islanda registra l'incremento più marcato (+100%), mentre il maggior ribasso spetta al Portogallo (-43,6%).

Sempre nel Vecchio Continente, Fiat si è collocata al 7° posto nel 2012 con 798.542 veicoli venduti, contro i 799.277 di Bmw. Entrambe le case automobilistiche hanno una quota di mercato del 6,4%. Al primo posto Volkswagen con una quota di mercato del 24,8% e 13.112.304 auto vendute. Seconda Psa Peugeot Citroen, terza Renault, quarta Gm e quinta Ford. Nel 2012 VW registra una flessione delle vendite dell'1,1%, Psa Peugeot, del 12,9%, Renault del 18.9%, Gm del 13,6%, Ford del 13%, Bmw dell'1,4%, Fiat del 15,8% e Daimler del 2,2%.

Panda e 500, che insieme detengono nel segmento A una quota del 28,1%, sono stati i due modelli Fiat che hanno consentito al Lingotto di raggiungere il proprio risultato. Il brand Fiat ha aumentato le vendite nel Regno Unito (+19,3%) e in Spagna (+1%). Anche Lancia/Chrysler e' stata in forte crescita nel Regno Unito (+182%) ed ha ottenuto importanti risultati in Francia (+25,6%) e Germania (+3,8%). Anno decisamente positivo per Jeep, che ha aumentato i volumi di vendita del 19%. Nell'Europa dei 27 più le nazioni aderenti all'Efta il mercato chiude il 2012 in calo del 7,8% con quasi 12 milioni 528mila immatricolazioni. Il gruppo Fiat - che ha subito la pesante penalizzazione del mercato italiano - ha chiuso il 2012 con quasi 800mila immatricolazioni complessive, ottenendo una quota nell'anno del 6,4%. In dicembre le immatricolazioni sono state poco meno di 51mila, per una quota del 6%. Va segnalato il risultato raggiunto nel Regno Unito dove il gruppo Fiat ha immatricolato oltre 65mila vetture, il 10,9% in piu' rispetto al 2011 (in un mercato aumentato del 5,3 per cento), e la quota e' stata del 3,2%, con 0,2 punti percentuali di crescita.
 

 

(Articolo in fase di aggiornamento)

 

Tags:
fiateuropa

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.