A- A+
Economia


 

Le borse europee chiudono in calo sulla scia dell'andamento negativo di Wall Street. Pesano i realizzi, che annullano i forti acquisti sul settore bancario innescati dal rilassamento delle regole di 'Basilea 3'. Tra i titoli in evidenza spiccano quindi Commerzbank (+3,63%), Deutsche Bank (+2,63%), Credit Agricole (+3,05%), SocGen (+2,40%), Barclays (+3,41%) e Bankinter (+9,38%).

Il Dax di Francoforte cede lo 0,56% a 7.732,66 punti, il Cac 40 di Parigi perde lo 0,68% a 3.704,64 punti, l'Ftse 100 di Londra arretra dello 0,41% a 6.064,58 punti, l'Ibex di Madrid lima uno 0,2% a 8.419 punti. Chiude con il segno negativo anche la Borsa di Milano, con il Ftse Mib che cede sul finale lo 0,38% a 16.895 punti e l'All Share in calo dello 0,31% a 17.836.

Le prese di beneficio, dopo un avvio d'anno scoppiettante, hanno portato il mercato italiano al primo ribasso del 2013, in linea con le principali piazze europee e con Wall Street. Sul listino, euforia nel comparto bancario dopo l'accordo su Basilea 3; in evidenza, in particolare, Mps, al secondo balzo consecutivo. Scendono invece gli energetici e Telecom, contrastati gli industriali. Archiviati i giorni di festa, risale a 2,6 miliardi il controvalore degli scambi.

Sale del 6,89% a 0,28 euro per azione Mps, che in giornata ha visto passare di mano il 10,2% del capitale sociale. In rialzo tutte le banche, da Unicredit (+1,8%) e Intesa Sanpaolo (+1,59%) alle popolari (Banco Popolare +3,77%, Bpm +1,34%). Poco mossa Generali (-0,07%) che riunisce in serata un cda straordinario sulla joint venture con la ceca Ppf. Tra gli energetici, Eni chiude in calo dell'1,37% ed Enel dell'1,85%; scivola Tenaris (-2,6%), brillante, invece, A2a (+1,89%).

Sale Buzzi (+0,74%) mentre scende Impregilo (-0,65%). Nel comparto industriale, segni positivi per Fiat (+0,1%) e Pirelli (+0,73%) ma Fiat Industrial perde l'1,08% e Finmeccanica lo 0,47%. Ribasso per Telecom (-1,69%); bene Stm (+2,42%) e Mediaset (+1,9%). Nel lusso, Tod's cede il 2,11%. Fuori dal Ftse Mib vola Immsi (+18,24%) spinta dalle speculazioni sull'ipotesi di uscita da Alitalia (di cui detiene il 7,1%) nonche' dai dati sul 2012 comunicati da Piaggio (+3,7%). Dopo la giornata di campionato, sale la Ss Lazio (+6,38%) mentre perdono terreno As Roma (-2,96%) e Juventus (-1,23%).

Torna ad allargarsi infine lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti, che chiude a 283 punti, massimo di seduta. Il rendimento e' al 4,35%. Massimo di giornata anche per il differenziale calcolato sui Bonos spagnoli, che termina la sessione a 360 punti per un tasso del 5,11%.

Tags:
mercatiborsespread

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.