A- A+
Economia


 

Le Borse europee chiudono contrastate al termine di una seduta che ha visto gli investitori mantenere cautamente le posizioni, in attesa dei dati sul mercato del lavoro Usa e del vertice della Federal Reserve, che nel corso della settimana daranno segnali piu' chiari ai mercati. L'incertezza delle piazze del vecchio continente riflette inoltre quella di Wall Street, influenzata da dati macroeconomici contrastanti.

In avvio di seduta ha influenzato positivamente gli scambi la notizia che questa settimana 278 istituti di credito europei rimborseranno alla Bce 137,2 miliardi di euro dei 489 ricevuti nelle prima delle due operazioni di rifinanziamento a lungo termine del sistema bancario (Ltro). La maggior parte del debito sarà ripagato da banche del Nord Europa, soprattutto olandesi, tedesche e francesi.  Buone notizie infine anche dall'asta dei titoli di Stato: il Ministero italiano dell'Economia ha collocato tutti i 4 miliardi di Ctz con scadenza il 31/12/2014 con un tasso dell'1,434%, in forte calo rispetto all'asta precedente e ai minimi da marzo del 2010.

A fine giornata, negative Francoforte, dove l'indice Dax cede lo 0,32% a 7.833,00 punti, e Madrid, con l'Ibex giu' dello 0,6% a 8.672,5 punti. Maglia rosa a Milano grazie al buon andamento dei bancari: l'Ftse Mib avanza dello 0,96% a 17.897,41 punti. Il Cac 40 di Parigi segna +0,07% a 3.780,89 punti, l'Ftse 100 di Londra cresce dello 0,16% a 6.294,41 punti.

A Milano, convincente la performance dei titoli bancari. Bene anche gli altri titoli finanziari, Fiat e A2A. Positiva intanto l'asta dei titoli di Stato, con lo spread ancorato ai 250 punti Monte Paschi oggi in altalena, con un rialzo iniziale anche oltre il 7% poi rientrato e chiusura sul +0,65%. Sempre altissimo il volume scambiato, circa l'8,7%. In ripresa tutti gli altri, con Unicredit +1,84%, Intesa +2,62%. Banco Popolare +3,37%. In movimento i titoli finanziari con Mediolanum che strappa (+4,52%) su un report favorevole. Rialzi per Unipol (+3,11%) e Fonsai (+1,98%).

Popolare Spoleto registra un +4,41% alla notizia di un'Opa che sarà lanciata da un gruppo di investitori. Il prezzo di mercato pero' e' ben superiore a quello di offerta. Vola A2A (+5,94%) sulle previsioni di stampa circa un Mol 2012 oltre il miliardo di euro. Nell'energia sale Enel (+1,2%). Fiat scalda i motori (+2,25%, con Industrial +2,79%) in attesa dell'approvazione dei conti 2012 mercoledi' prossimo. Su Ansaldo con un +2,85%.

Tags:
mercatiborsaspread

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT

Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.