A- A+
Economia

Chiusura con il segno meno per le principali borse europee. Fa eccezione solo Milano, con l'indice Ftse Mib che avanza dello 0,86% a 17.439,06 punti, con un rimbalzo in parte tecnico dopo i netti ribassi di ieri. Numerosi i fattori che pesano sul morale degli investitori: dal calo delle vendite al dettaglio in Germania al bilancio in forte perdita di Deutsche Bank. Pesante Madrid, dove l'Ibex cede il 2,45% a 8.362,3 punti a causa delle vendite sul settore bancario innescate dal deludente bilancio di Santander. Il Dax di Francoforte perde lo 0,45% a 7.776,05 punti, il Cac 40 di Parigi arretra dello 0,87% a 3.732,60 punti, l'Ftse 100 di Londra segna -0,73% a 6.267,88 punti.

Piazza Affari e' scattata all'insu' per un rimbalzo tecnico dopo la difficile giornata che mercoledi' aveva portato l'indice a cedere oltre il 3%. Le altre borse sono rimaste prudenti, in presenza di indicatori poco promettenti, come il calo a sorpresa delle vendite al dettaglio in Germania a dicembre; negli Usa intanto aumentano i sussidi di disoccupazione settimanale, in attesa del dato mensile di domani.

Tra le banche Unicredit sale del 2,99% dopo aver completato la vendita del 9% di Pekao, Bper +3,67%, Banco Popolare +2,20%. Monte Paschi risale con un +1,82%. Rimbalzo per Saipem (+4,45%) dopo le perdite di ieri. Nell'energia su anche Eni e A2A. Bene St (+4,07%) che ha presentato i conti 2012, con un quarto trimestre in cui la societa' ha fatto meglio del mercato. Fiat sul +0,99%, male Italcementi che cede il 4,90%. In calo il lusso, tra i media Rcs perde il 3,47%. Tornano a salire Unipol (+2,72%) e Fonsai (+2,83%). Scatto di Ti Media (+5,91%).


-----------------------------------------

FIAT: POWERTRAIN TERMOLI, GIUDICE REINTEGRA OPERAIO LICENZIATO
Il giudice reintegra sul posto di lavoro l'operaio della Fiat-Powertrain di Termoli e sindacalista dello Slai-Cobas, Giovanni Musacchio, licenziato per aver usufruito di un permesso per motivi familiari per andare a protestare, secondo l'azienda, a Pomigliano D'Arco (Napoli). La vicenda risale al 22 giugno 2010, in occasione del referendum sul nuovo contratto. Musacchio chiese e ottenne l'autorizzazione ad assentarsi dal lavoro per curare la figlia con la varicella. §

Per l'azienda, invece, il permesso sarebbe stato utilizzato per partecipare alle manifestazioni davanti allo stabilimento campano. Circostanza questa mai negata dal dipendente, che ha dimostrato di aver prima assistito la figlia portandola al medico, quindi aspettato il rientro e casa della moglie per poi partire, nel pomeriggio, alla volta di Pomigliano. Il tribunale di Larino ha dato ragione all'operaio che dovra' tornare nel reparto cambi, dove ha lavorato per dodici anni.

Tags:
mercatiborsesaipem

i più visti

casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.