A- A+
Economia

I due manager della Goodyear di Amiens Nord sequestrati dai dipendenti lunedì mattina sono stati alla fine liberati dopo 24 ore. Lo rende noto l'emittente locale 'France Picardie 3'. Il direttore della produzione della fabbrica dei pneumatici Michekl Dheilly e il direttore delle Risorse umane Bernard Glesser erano stati rinchiusi in una sala riunioni bloccata con un grosso pneumatico di trattore come forma di protesta degli operai in vista di un piano di ristrutturazione dell'azienda.

Stamane si e' svolta una riunione di emergenza tra i sindacati, i manager dell'azienda e l'ispettorato al lavoro per cercare di trovare una via d'uscita alla situazione.

In un primo tempo la situazione sembrava bloccata. La direzione francese della multinazionale aveva fatto sapere di non aver intenzione di aprire le trattative sul futuro con i dipendenti dello stabilimento fino a quando i due dirigenti in ostaggio non fossero stati liberati

Dal canto loro i rappresentanti sindacali di Amiens, attraverso Il delegato Mickael Mallet avevano ribadito che il sequestro non sarebbe terminato "fino a quando non ci saranno negoziati con un minimo di garanzie" sulla ricollocazione e le buonuscite dei quasi 1.200 dipendenti del sito, la cui chiusura progressiva comincerà nelle prossime settimane.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
goodyearmanager sequestrati
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.