A- A+
Economia
Francia, "Leggi troppo comuniste": chiude il sito Goodyear

Niente da fare per il mega-stabilimento Goodyear di Amiens: l'americana Titan alla fine ha fatto un passo indietro. "Qualsiasi discussione con un potenziale acquirente è conclusa", ha infatti annunciato Jean-Philippe Cavaillé, responsabile delle risorse umane della società di pneumatici francese.  In ballo c'era l'assunzione di quasi 330 dipendenti, ora invece il sito che un tempo contava 1.143 addetti resterà chiuso.

"Per due anni abbiamo lavorato ad un progetto di recupero dei sito. Progetto che è stato respinto dalla CGT. Negli ultimi mesi si è nuovamente fatto avanti il gruppo Titan con l'intenzione di tentare ancora di trovare una soluzione", ha spiegato Cavaillé.

"La Francia è decisamente troppo comunista", ha sentenziato il colosso americano. Quasi 330 dipendenti potevano essere assunti da Titan ma "le leggi francesi" obbligavano a prendere più di 600 dipendenti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
goodyeartitan
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.