A- A+
Economia
Vittorio Grilli (2)

"Nessuna nuova manovra sarà necessaria in Italia per mantenere fede all'obiettivo del pareggio strutturale: lo ha ribadito il ministro dell'Economia Vittorio Grilli parlando al Parlamento europeo. "L'obiettivo è di un pareggio nel 2013 in termini strutturali e non nominali - ha ricordato Grilli - quindi aggiustato per il ciclo. Se il bilancio e' pari in termini strutturali, non si appesantisce l'economia con nuove manovre. Come non le abbiamo fatte noi, spero non le faccia nemmeno il prossimo governo".

Il ministro dell'Economia ha ricordato che adesso, grazie al governo Monti, l'Italia è "un paese diverso che sta cambiando profondamente" con le "riforme non reversibili" dell'esecutivo. In poco piu' di un anno di governo, ha detto ancora Grilli, "un percorso e' stato iniziato e in parte portato a termine con un'azione di governo incisiva. La strada non e' conclusa - ha aggiunto - ma sono sicuro che a livello nazionale ed europeo tutte le istituzioni saranno in grado di portare a termine questo importante lavoro".

Grazie agli sforzi di governo e Bce, la stretta sull'Italia si è allentata: la fine della recessione è prevista per "la prima metà del 2013. La ripresa sarà maggiore nella seconda parte dell'anno, trainata da esportazioni e investimenti". Successivamente, pero', la crescita si manterra' su livelli contenuti, "poco piu' dell'1% all'anno dal 2014" e proprio per cercare di contrastare "questa performance insoddisfacente" il governo Monti ha deciso "riforme strutturali per aumentare il potenziale di crescita".

Tags:
grillicrescitaeurocrisi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro

Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.