Il mercato dei mutui rialza la testa

Riparte l’erogazione da parte delle banche e continua a crescere la domanda da parte delle famiglie.

Massimo DorisMassimo Doris

I timidi segnali di ripresa intravisti nel 2013 e consolidati nei primi mesi dell'anno in corso sembrano parlare chiaro: il mercato dei mutui, dopo anni di profonda crisi, sta iniziando a ripartire.

Stiamo parlando di un mercato estremamente volatile che negli ultimi anni ha subito i contraccolpi del contesto economico di riferimento e che con quest'ultimo ha viaggiato alla pari. Adesso che la recessione sembra volgere al termine anche il settore del credito torna dunque a rialzare la testa.

Sul fronte dell'offerta le banche stanno infatti tornando ad erogare mutui e prestiti, complice il miglioramento della propria raccolta e il calo dei margini ottenuti dall'acquisto di titoli di Stato (e la conseguente ricerca di una redditività alternativa).

Per quanto riguarda invece la domanda, dalla metà dello scorso anno si continua ad assistere ad un'inversione di tendenza sul fronte della richiesta da parte delle famiglie, che è tornata a crescere dopo due anni di profonda crisi che hanno visto la domanda contrarsi del 42% nel 2012 e 19% nel 2011.  E il primo trimestre 2014 sembra confermare il trend di ripresa con un +9,6% (Fonte CRIF).

Insomma, nonostante sia necessario mantenere un atteggiamento di prudenza e il ritorno alla liquidità e ai valori antecedenti la crisi sia ancora molto lontano, è possibile guardare al settore con un cauto ottimismo.

Un altro importante indicatore del cambiamento in atto è senza dubbio l'atteggiamento assunto negli ultimi tempi dal sistema bancario tornato alla carica con offerte per la propria clientela. Se la domanda di mutui e prestiti è tornata a crescere, le banche si stanno infatti dimostrando attente al cambiamento tornando sul mercato con nuove promozioni nel tentativo di intercettare potenziali clienti.  

E' in questo contesto che Banca Mediolanum, forte di 700 milioni di euro erogati nel 2013 e una quota di mercato ormai del 3,38 % ha deciso di effettuare un importante taglio dello spread dei propri mutui e prestiti rendendo ancora più appetibile e competitiva la propria offerta.

Una decisione intrapresa in questo caso non per necessità considerato che anche negli anni neri della crisi, a fronte di un mercato che è crollato del 70 % (da inizio 2007) Banca Mediolanum ha saputo mantenere una crescita annua dell'erogato a doppia cifra (Fonte CRIF).  

La scelta di adeguare il pricing dei propri prodotti alle nuove offerte lanciate dalla concorrenza rivela invece ancora una volta il chiaro obiettivo del gruppo di Basiglio: essere competitivo per offrire il meglio ai propri clienti e diventarne allo stesso tempo l'unica banca di riferimento.

 

0 mi piace, 0 non mi piace





In Vetrina
L'opinione di Mediolanum



RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it