A- A+
Economia

Imprenditori, rappresentanti delle aziende e dei sistemi associativi giornalisti e direttori hanno partecipato ieri sera (giovedì 27) a Milano alla presentazione di Italian Luxury in the World l'iniziativa di promozione all'estero delle, eccellenze italiane creata da Andrea Radic e Daniele Biagi che vedrà nel 2015 la partenza di un aereo appositamente allestito a showroom che toccherà i 12 principali mercati mondiali del lusso e dell'alta qualità.

"Italian Luxury in the World - ha spiegato Andrea Radic agli oltre 120 ospiti presenti - nasce per promuovere ed esportare la Dolce Vita, la qualità del made in Italy che tutto il mondo conosce e apprezza. I mercati esteri sono il principale obiettivo delle nostre aziende e del loro sviluppo come confermato da tutti gli indicatori economici".

 

Arredamento, moda, banche, energia:"Ecco come sconfiggeremo la crisi". L'INTERVISTA DI RADIC AD AFFARITALIANI.IT 

Italian Luxury in the World: il made in Italy decolla

 

 

"Lo Showroom volante di Italian Luxury - ha aggiunto Radic rappresenta una straordinaria e inedita modalità di comunicazione che permetterà di fare realmente sistema, atterrando in ciascun Paese del tour, porterà l'Italia all'estero creando opportunità di business ed un grande evento di promozione italiana. I settori del Made in Italy dal manifatturiero, al tessile, dal legno arredo alla moda dal design alle eccellenze enogastronomiche troveranno l'interesse di interlocutori specifici in ciascuna realtà estera".

"Il tour - ha concluso Radic - toccherà gli Emirati Arabi, la Corea, Russia, Cina, Giappone , India, Brasile eStati Uniti individuando le migliori opportunità di business. Saranno poi un treno nel 2016 e una nave nel 2017 gli inediti showroom del sistema italiano".

Nel corso della serata è stato presentato in anteprima il magazine "Lifeemotions" un bimestrale di pregio in inglese e in italiano firmato anch'esso da Daniele Biagi e Andrea Radic, che declina l'eccellenza del lusso internazionale, raccontando di luoghi, cose e persone.

I primi ad aver sposato l'iniziativa, finanziata esclusivamente da privati, sono stati, oltre allo studio legale internazionale Baker & McKanzie, il fondo di investimenti milanese Scm (Solutions capital management), ''gia' al lavoro per la 'semina' - ha spiegato l'ad Antonello Sanna - e cioe' per mettere insieme un pool di aziende e di partner interessati a questa iniziativa. Ad esempio sarebbe bello avere Caleffi e Cruciani per la moda''. Alcune realta' hanno gia' aderito, dal gruppo di distillati Nonino all'argentiere Ganci fino allo studio internazionale di architettura Karim Azzabi, ma tante altre erano presenti alla presentazione del progetto per capire qualcosa in piu'.

Alla serata sono intervenuti tra i numerosi ospiti, Samy Gattegno vice presidente di Confindustria, Franco Amadei di Federlegnoarredo, Mario Boselli presidente della Camera Nazionale della Moda, l'imprenditore Arturo Artom, Antonello Sanna amministratore delegato del fondo di investimento SCM, la signora Gianola Nonino, Giancarlo Aneri , inoltre i senatori Andrea Mandelli e Roberto Formigoni, l'euro parlamentare Lara Comi, l'onorevole Daniela Santanchè e i direttori Alessandro Sallusti de Il Giornale, Giorgio Mulè Maurizio Tortorella di Panorama, Umberto Brindani di Oggi, Angelo Maria Perrino direttore di Affaritaliani.it e Paolo del Debbio. Il sindaco di Milano Giuliano Piasapia è intervento in apertura della serata portando il suo personale apprezzamento e il saluto istituzionale.

Tags:
ilwitalian luxury in the worldandrea radic

i più visti

casa, immobiliare
motori
Lancia firma il suo primo monopattino elettrico

Lancia firma il suo primo monopattino elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.