A- A+
Economia
Intervista a Anthony Cardella, Pierre Vacancie

Anthony Cardella è direttore Commerciale del gruppo Pierre Vacance E anche per lui ieri è stata la prima visita del cantiere di Val d'Europe dove finalmente lavorano centinaia di maestranze. "Stanno scavando la parte dei laghi e il progetto prosegue -afferma- non ci sarà molto ritardo, consegna prevista fine 2016". Con Disney come partner non si deve sbagliare.

Un investimento importante e strategico sia dal punto di vista finanziario che urbanistico. È il momento giusto per proporlo al mercato?

 "Abbiamo tenuto conto delle flessioni ma il nostro obiettivo ambizioso è di essere un progetto unico. È un programma ampio di interesse nazionale, la nuova area residenziale posta di fronte a Eurodisney che genera 15 milioni di visitatori, è ideale per proporre le nostre soluzioni di residenza turistica di alto livello".

Armonia tra uomo e natura è uno dei claim del progetto, architettura vegetale, acqualagon, giardini pensili
 È la nuova urbanistica dei giardini verticali.quella che a Milano sta ispirando Expo 2015 e non solo.

"È un punto importantissimo della nostra operazione, questo spirito è quello che ha animato Thierry Huau, l'architetto paesaggista che ha scelto come impostare la realizzazione di queste unità immobiliari immerse in un mondo naturale e ecosostenibile suddiviso in diverse aree.
 Importante la geotermia che permetterà di avere acqua a 30' tutto l'anno, il 95% dell'energia utilizzata nel Parco è di origine a geotermica.


Perché un italiano dovrebbe investire nel vostro progetto acquistando un'unità immobiliare?

 "In Italia stiamo commercializzando Il progetto da 8 mesi e abbiamo venduto 220 appartamenti per una media di 300.000 euro ciascuno.
 La risposta del mercato italiano è molto buona seppur in un mercato non facile. Il nostro è un programma a reddito e agevolazione fiscale.
 Il primo investitore estero è italiano, compra per vari motivi, dal commercialista di 45 anni che ha comprato con mutuo e quindi rata affitto e mutuo si azzerano e avrà pronta per la pensione una casa di residenza nel verde.
 Altri comprano per percepire subito il rendimento dal 2016 e comprando in Francia nel nostro Village Nature si recupera totalmente IVA"

 Il vostro business model nato 45 anni fa è ancora un successo perché?

L'evoluzione delle nostre tipologie di costruzione sono il motivo per cui il modello funziona, residenza premium, soluzioni innovative, grande attenzione all'ambiente per un prodotto di qualità. È il prodotto che si evolve, restando tradizionale il business model.

Qual è stato il valore aggiunto di avere un partner come Euro Disney?

 Il numero uno della fantasia, noi siamo promotori immobiliari loro sono creativi. Il terreno era già loro e andava utilizzato per trattenere il turista sul posto.
 Noi avevamo esperienza con il marchio Center Park e abbiamo portato il giusto contributo.

Villages nature è considerata Operazione di interesse nazionale, cosa ha comportato per voi l'intervento dello Stato?

 L'operazione ha toccato 3 comuni con situazioni di possibile conflitto con ecologisti, sindaci, abbiamo avuto 6-7 anni di discussioni anche con lo Stato, il progetto è poi diventato molto chiaro per tutti l'anno scorso.
Creeremo ora 1600 posti diretti di lavoro che si aggiungono agli attuali per un totale di 4600 tra Pierre Vacances e Disney

Tags:
anthony cardella
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.