A- A+
Economia
Quegli angeli che pensano alle imprese. Informal venture capital in crescita a 32 mln

Se le banche stringono ancora i cordoni della borsa, le imprese continuano a bussare alla porta dei business angel, gli operatori del mercato italiano dell’informal venture capital, che per il terzo anno consecutivo hanno visto crescere ancora il valore degli investimenti complessivi. Secondo quanto fatto sapere dall'Iban, l'associazione italiana che raggruppa i business angel del nostro Paese, in occasione della sua quindicesima convention il settore nel 2013 si è stabilizzato facendo registrare operazioni per un totale di circa 32 milioni di euro, di cui il 68% è stato un investimento inferiore ai 100 mila euro con preferenza per il settore dell'Ict, seguito da quello Media&entertainment e Medtech.

iban (1)
 

Per il 2013, il campione è stato di 246 business angel, per un totale di 324 operazioni censite, costituito da una parte rilevante di risposte aggregate (proveniente dai Ban e dai Club di Angels), mostrando il costante sviluppo degli investimenti in sindacati di Angels (cordate). Dalla ricerca emerge che il tipico business angel italiano è un uomo di 40-50 anni, laureato, affiliato a Iban, a uno dei Ban territoriali, o a un Club d’investitori nel Nord Italia; solitamente si tratta di un imprenditore con un passato da manager e un patrimonio inferiore ai 2.000.000 di euro, di cui meno del 10% dedicato ad angel investment.

iban (2)
 

Valore degli investimenti. Il mercato italiano dell’informal venture capital è in continua crescita e nel 2013 ha fatto registrare operazioni per un totale di 31.857.000 euro: nel 2013 sono stati censiti 324 investimenti, di cui l’84% è stato finalizzato all’acquisto di equity, l’11% al finanziamento soci e il 5% come garanzia bancaria. Il 68% degli investimenti è stato di importo inferiore ai 100.000 euro. Il 46% dei business angel ha effettuato investimenti da solo, mentre il 31% ha coinvestito con 8 o più Business Angel (dato in linea con gli anni precedenti); il 74% degli investitori possiede meno del 15% del capitale sociale dell’impresa finanziata; il 35% degli investimenti ha avuto come target un’impresa con fatturato nullo e nella maggior parte dei casi si tratta di imprese con sede nel Nord Italia.

iban (3)
 

Tags:
investimenti esteri

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.