A- A+
Economia
Kinexia, accordo da 47 milioni con lo sceicco Bin Ahmed Al Hamed

KINEXIA E LO SCEICCO HAMED BIN AHMED AL HAMED TRAMITE LA SUA CONTROLLATA ITEM S.r.l. HANNO SOTTOSCRITTO UN ACCORDO STRATEGICO PER LA RISTRUTTURAZIONE ANCHE IN OTTICA - ECOSOSTENIBILE GREEN E CLEANTECH - DEL COMPLESSO ALBERGHIERO “PERLA JONICA” SITO AD ACIREALE (CT) PER UN CORRISPETTIVO DI EURO 47 MILIONI 

Il Complesso è destinato a diventare il resort convegnistico-alberghiero più grande del Mediterraneo totalmente ad Impatto Zero. La struttura prenderà il nome di Hotel Hilton Capo Mulini e sarà gestito dall’omonimo gruppo internazionale di hotellerie. La controllata di Kinexia, Volteo Energie S.p.A. realizzerà per il Complesso Alberghiero le attività di EPC (General Contractor). Si prevede il completamento e il relativo collaudo della struttura per fine 2016

Kinexia S.p.A. (“Kinexia”) società quotata nel segmento MTA di Borsa Italiana, attiva nei settori delle energie rinnovabili e dell’ambiente, rende noto che, la società interamente controllata Volteo Energie S.p.A. (“Volteo”), subholding di partecipazione nel settore delle fonti rinnovabili del Gruppo Kinexia, ha sottoscritto in data odierna un Accordo (“Accordo”) con la società Item S.r.l. (“Item”) il cui maggiore azionista (70%) è lo sceicco degli Emirati Arabi Hamed Bin Ahmed Al Hamed, avente ad oggetto l’affidamento a Volteo di un contratto di EPC “turn key” (Engineering, Procurement, Construction) finalizzato alla ristrutturazione con tecnologia green & cleantech del complesso alberghiero “Perla Jonica” sito ad Acireale (CT) (“Complesso Alberghiero”).

Il corrispettivo del contratto di appalto “chiavi in mano” è pari ad euro 47 milioni circa. L’ultimazione dei lavori è presumibilmente prevista entro la fine del 2016. Il Complesso Alberghiero è stato acquistato da Item in data 7 agosto 2014 dal gruppo in amministrazione straordinaria ex-legge Prodi “R.T.A. – Realizzazioni Turistiche Alberghiere S.p.A.”, sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico. Si tratta di un investimento infrastrutturale – inserito anche in un contratto di sviluppo a sostegno di progetti strategici promossi da Invitalia e presentato di recente a Palazzo Chigi dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi - che riporterà in vita e lancerà sul mercato internazionale il Complesso Alberghiero, generando occupazione per circa 450 unità, con rilevanti ripercussioni sull’intera economia della filiera turistica della Regione Sicilia.

Item al fine di rendere il Complesso Alberghiero un unicum nel suo genere anche in un’ottica ecosostenibile, green e cleantech, ha voluto al suo fianco, il Gruppo Kinexia, come General Contractor EPC, per la pluriennale expertise nei settori green, dell’efficienza energetica ed ambiente. In quest’ottica, il Complesso Alberghiero sarà dotato, anche con l’aiuto della controllata Innovatec S.p.A. (“Innovatec”) quotata all’AIM Italia ed attiva nello sviluppo ed offerta di tecnologie innovative, prodotti e servizi per il mercato corporate e retail nell’ambito della generazione distribuita smart grid e smart cities, dell’efficienza energetica e dello storage di energia, dei più moderni sistemi di efficientamento energetico, batterie di accumulo, panelli solari e termici, controllo remoto dei consumi elettrici, etc.

Il complesso sarà, infatti, il più grande polo alberghiero del mediterraneo totalmente ad Impatto Zero: zero waste, zero emissions, zero water waste, autoproduzione con storage di energia ed efficienza energetica integrata con rete infoenergetica e telecontrollo. Il Dottor Pietro Colucci, Presidente e Amministratore Delegato di Kinexia, ha così commentato: “Siamo molto soddisfatti di questo accordo strategico sua Eccellenza sceicco] Hamed Bin Ahmed Al Hamed ed allo stesso tempo siamo molto orgogliosi di essere sempre di più riconosciuti a livello internazionale come una eccellenza italiana per competenze e know-how nei nostri settori di riferimento. I nostri uffici a Dubai e la recente apertura della sede a Londra hanno dato l’ulteriore slancio al nostro progressivo sviluppo all’internazionalizzazione e al consolidamento di relazioni sia a livello finanziario che di business“. Per la Item si tratta del primo investimento in Italia degli “Emirates” privato, e non con fondi sovrani. Il progetto, prevede un investimento totale di circa 140 milioni di euro tra acquisizione, ristrutturazione, opening e fase di start-up del complesso destinato a diventare il resort convegnistico-alberghiero più grande del Mediterraneo. Il nuovo complesso turistico, che prenderà il nome di Hotel Hilton Capo Mulini, sarà gestito (contratto di anni 20+20) dal gruppo internazionale di hotellerie Hilton.

L’hotel villaggio Perla Jonica si trova ad Acireale in località Capo Mulini; la struttura, immersa in un’area verde e affacciata sul mare della Riviera dei Ciclopi, è stata costruita nel 1982 e ristrutturata nel 1992. Il complesso alberghiero attualmente è composto da 459 camere: 229 doppie, 6 suites, 36 junior suites, 10 doppie in mansarda, 59 singole, 32 appartamenti e 126 residence con piscine e campi sportivi. Lo sceicco Hamed Bin Ahmed Al Hamed, membro della famiglia reale di Abu Dhabi, è un uomo d’affari di grande rilievo negli Emirati Arabi Uniti (U.A.E.), con una considerevole esperienza in fondi di investimento privati e sviluppo, operatività e gestione alberghiera. Ha lavorato per 14 anni nella Abu Dhabi Investment Authority e nella Abu Dhabi Investment Company sviluppando alberghi e centri commerciali tra cui lo Sheraton Jumeira a Dubai e la galleria commerciale Al Ain Mall. Il Contratto EPC “chiavi in mano” affidato a Volteo come “General Contractor” per un corrispettivo di euro 46.720.982,00 segue gli standard di market practice usuali per questa tipologia di contratti che prevedono un compenso fisso e non modificabile, clausole di revisione prezzi, degli anticipi contrattuali pari al 10% del corrispettivo ad inizio lavori, rilascio da parte di Volteo tramite Istituti finanziari e/o assicurativi di fidejussioni di corretto adempimento e pagamenti a Volteo da parte Item a stati avanzamenti lavoro (cd. “S.A.L.”). Inoltre, la capogruppo Kinexia si è resa disponibile a costituirsi co-obbligata in solido con Item all’emissione da parte di primari Istituti assicurativi rispettivamente di polizza fidejussoria a garanzia del regolare pagamento di Item del prezzo residuo di acquisto del Complesso Albeghiero ammontante alla data di euro 7.865 mila da pagarsi al venditore in sei rate semestrali di pari importo e di polizza cauzionale a garanzia del corretto adempimento del pagamento della somma di euro 3,5 milioni che Item dovrà corrispondere a titolo di interessi maturati sulla linea di credito a lei concessa da MPS Capital Services ai fini dell’acquisto del Complesso Alberghiero. Infine, è contrattualmente previsto che se Item si rendesse inadempiente alla sottoscrizione del contratto definitivo EPC entro il 30 settembre 2014, la stessa dovrà corrispondere a Volteo, a titolo di penale, una somma pari a euro 4.672.098,20 (pari al 10% del contratto EPC). Il presente comunicato è disponibile sul sito di Borsa Italiana e sul sito della società www.kinexia.it.

Tags:
kinexia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.