A- A+
Economia
Lagarde e Powell giocano col fuoco: imprese e famiglie verso una nuova crisi

Lagarde e Powell trascinano imprese e famiglie verso la crisi 

Diceva Agatha Christie che tre indizi fanno una prova. E dunque: Silicon Valley Bank, Credit Suisse e First Republic Bank sono qui a testimoniare che qualcosa nel sistema finanziario si è rotto. Anzi, è stato rotto, dall’esterno, con interventi goffi e pericolosissimi. Non si tratta più soltanto delle stanze un po’ misteriose di Wall Street, della finanza alla Gordon Gekko. Per abbassare l’inflazione si è deciso di scatenare una crisi economica dagli effetti potenzialmente devastanti mentre si va avanti con una guerra in Ucraina, se ne prepara un’altra nel Pacifico e si avvia una transizione energetica che comporterà maggiori esborsi per imprese e famiglie. Bel colpo!

Se il governatore della Fed Jerome Powell – e a ruota Christine Lagarde, la Re Mida al contrario come l’avevamo ribattezzata su Affari, che segue scondizolando qualsiasi mossa d’Oltreoceano così come garantiva a Nicolas Sarkozy obbedienza cieca – alza i tassi d’interesse da 0 a 4,75% in un anno; se dunque si pensa che per combattere un’inflazione strutturale originata da una tempesta perfetta si debba continuare ad alzare il costo del denaro con tutto ciò che ne consegue; se, infine, si ritiene che raffreddare l’economia che si stava riprendendo dopo il salasso del Covid sia una buona idea, significa che chi guida le banche centrali è un inetto, un burocrate all’ennesima potenza che pensa che avere in gestione le manopole del potere lo rende automaticamente autorizzato a fare carne di porco di famiglie e imprese.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
credit suissecrisilagardepowellsilicon valley bank





in evidenza
Federico Chiesa e il fuoriprogramma con i fan prima di sposarsi

Autografi e selfie

Federico Chiesa e il fuoriprogramma con i fan prima di sposarsi


motori
Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.