A- A+
Economia
Lvmh, nei primi nove mesi dell'anno ricavi in crescita del 46% a 44,2 miliardi

Lvmh Moet Hennessy Louis Vuitton, leader mondiale dei prodotti di lusso, ha realizzato nei primi nove mesi del 2021 vendite per 44,2 miliardi di euro, in progresso del 46% rispetto allo stesso periodo 2020. La crescita organica si è attestata al 40%. Sul 2019, la crescita organica e' stata dell'11%, con una tendenza del terzo trimestre (+11%) simile a quella del primo semestre, sia per aree geografiche, sia per attività. 

"Più nel dettaglio la divisione moda e pelletteria, nel terzo trimestre ha vantato vendite da record, con una crescita organica del 38% sul 2019, identica a quella dei primi sei mesi", specifica la nota del gruppo, sottolineando che il rialzo dei ricavi in Asia e Stati Uniti è stato a doppia cifra. La divisione, confermandosi al primo posti per ricavi, ha realizzato un giro d'affari di 21,315 miliardi, in rialzo del 53% o del 57% su base organica rispetto al 2020.

Sempre a proposito della divisione Moda e Pelletteria la nota precisa che Louis Vuitton, qui quest'anno celebra 200 anni dalla nascita, ha vantato 'una performance formidabile' e che Christian Dior fa addirittura prova di 'una dinamica eccezionale'. Ha incassato successo anche la prima collezione Fendi nelle boutique disegnata da Kim Jones. Anche Celine sta vivendo una forte progressione del pret-a-porter e delle linee di pelletteria di Hedi Slimane. Infine Loewe e Marc Jacobs hanno anch'essi registrato una buona performance. 

La divisione vini e alcolici ha registrato un progresso del fatturato del 27% (+30% organico) a 4,2 miliardi. Rispetto al 2019 la crescita è stata del 10%. 'I volumi degli champagne sono aumentati del 7% sul 2019'. la performance è stata molto buona in Usa ed Europa, merito anche delle riaperture dei ristoranti e della ripresa del turismo. Il cognac Hennessy ha visto aumentare i volumi sul 2019 del 4%. 

La nota ricorda che il terzo trimestre è stato caratterizzato dall'integrazione della Maison de Champagne e di Armand de Brignac, società in cui Lvmh ha rilevato una partecipazione del 50%. La divisione profumi e Cosmetici e' cresciuta del 27% (+30% organico) a 4,6 miliardi. Tuttavia sui livelli del 2019 rimane sotto del 2%. La divisione Orologi e Gioielli ha registrato un fatturato di 6,1 miliardi, in rialzo del 49% a livello organico rispetto ai primi nove mesi del 2020 e del 4% sul 2019, senza considerare Tiffany, consolidata nel 2021. 

Quanto al marchio americano, la nota indica che Tiffany ha registrato una perfomance rimarchevole, soprattutto nel suo primo mercato, ossia gli Stati Uniti. Infine la divisione Distribuzione ha registrato un giro d'affari di 7,79 miliardi in progresso del 9% o del 13% a livello organico. Tuttavia sui livelli del 2019 e' al di sotto del 23%, nonostante Sephora abbia recuperato i livelli di attivita' del 2019 a dispetto del contesto di chiusire in alcuni mesi dell'anno. Dfs e' invece stata penalizzata dal crollo dei viaggi internazionali e La Samaritaine, che ha riaperto a giugno dopo un rinnovo dei locali, sta vivendo un 'successo promettente'.

"In un contesto di progressiva uscita dalla crisi sanitaria, il gruppo è fiducioso che proseguirà  l'attuale livello di crescita", si legge nella nota di Lvmh a proposito delle prospettive future. Inoltre, il gruppo fa sapere che porterà avanti una strategia centrata sul rafforzamento continuo della desiderabilità dei propri marchi, facendo leva sull'autenticità e sulla qualità dei prodotti, sull'eccellenza della distribuzione e sulla capacita' di reagire dell'organizzazione. "Lvmh conta sul dinamismo dei propri marchi e sul talento delle proprie squadre per potenziare ulteriormente nel 2021 la propria affermazione nel mercato mondiale del lusso", conclude il comunicato.
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    lvmh terzo trimestrelvmh utile ricavilvmh vendite utile
    i più visti

    casa, immobiliare
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.