A- A+
Economia
Berlino va in crisi ma non cede: i parametri dell'euro non si toccano


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Regarding the stability pact, the position of the Federal Ministry is unchanged, i.e. the Stability Pact is not questioned". E' la risposta secca e inequivocabile del ministero dell'Economia tedesco, attraverso il suo portavoce Adrian Toschev, intervistato da Affaritaliani.it, alla domanda se, visti gli ulteriori dati negativi sull'economia in Germania (indice Ifo sotto le attese), Berlino possa cambiare la sua posizione in merito ai parametri e alle regole Ue. Nessun dietrofront dalla Cancelleria: "Per quanto riguarda il Patto di Stabilità, la posizione del ministero è invariata, vale a dire: il Patto di Stabilità non è in discussione".

Quanto alla situazione economica in Germania, il portavoce Toschev spiega: "Il Ministero Federale dell'Economia e dell'Energia monitora attentamente la situazione economica in Germania. Abbiamo anche preso atto dell'indice Ifo comunicato oggi. Si conferma la nostra valutazione in merito alla situazione economica: c'è una certa insicurezza tra le imprese legata alla situazione geopolitica. Tutto ciò ha portato a prospettive meno ottimistiche tra le aziende. Tuttavia, lo sviluppo economico generale della Germania rimane intatto e stabile, grazie principalmente al mercato del lavoro, forte, e al comportamento dei consumatori. Ora attendiamo i risultati del terzo trimestre".

Tags:
germania

i più visti

casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.