A- A+
Economia

Monti ha abbandonato da un pezzo il riserbo da presidente del Consiglio. Ormai lanciato in piena campagna elettorrale, si prende la libertà di dire quello che ha sempre pensato ma che, da premier, doveva tacere. La riforma del mercato del lavoro, ha affermato, "non è andata avanti abbastanza" perché un sindacato "ha decisamente resistito al cambiamento".

Un'affermazione che, dal palcoscenico internazionale di Davos, accusa la Cgil, colpevole di essersi "mostrata resistente anche a un recente accordo sulla produttività mentre c'e bisogno di cambiare questa cultura". Dietro la frase di Monti c'è però anche l'ammissione che la rifoma del lavoro "non è andata avanti abbastanza".

Tags:
monticamussolavorocgil

i più visti

casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.