A- A+
Economia
Pensioni: Ue, la sostenibilità dei conti pubblici resta la priorità

 

La Commissione europea ritiene che "la sostenibilita' a lungo termine delle finanze pubbliche deve rimanere una priorita' per l'Italia, anche visto l'alto livello della spesa pubblica per le pensioni": e' quanto fa sapere un funzionario Ue commentando la sentenza della Corte costituzionale sulla mancata indicizzazione delle pensioni decisa dal governo Monti. "La Commissione aspetta la decisione del governo su come attuare la sentenza e valutera' l'impatto sulle finanze pubbliche sulla base di tale decisione - spiega la fonte - ma questo non deve influenzare l'impegno dell'Italia di rispettare i criteri del Patto di Stabilita' e Crescita". La Commissione e' in continuo contatto con le autorita' italiane su tutti i temi legati agli sviluppi della finanza pubblica, si ricorda a Bruxelles.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pensioni ue
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.