A- A+
Economia
Plissé, quando il made in Italy ha prezzi ragionevoli. E vince

Nel panorama italiano ci sono aziende che crescono. Piccole o di medie dimensioni, ma comunque realtà solide, capaci di investire e di competere.
Ve ne racconteremo qualcuna. Per dimostrare che il manifatturiero italiano ha punte di eccellenza, capaci di affrontare il palcoscenico mondiale con la forza del prodotto e l’organizzazione della classica azienda familiare managerializzata.

di Monica Camozzi

La storia è di quelle canoniche: lei stilista, lui imprenditore per formazione e per estrazione familiare, un’unione umana e professionale che dà vita a due marchi di moda femminile. Morena Bragagnolo e Paolo Mason, anima della Plissé SpA cui fanno capo i brand di moda femminile Beatrice b e Sfizio, per la stagione autunno inverno 2014 hanno messo a segno un +20% alla voce vendite.

Non una cosa da tutti, in questo momento storico e soprattutto sul mercato italiano. I loro due marchi di moda femminile crescono senza battute d’arresto. 5000 metri di sede a Piombino Dese, nel cuore della campagna veneta, oltre 700 clienti in Italia (con l’obiettivo di arrivare a 900), una filiale negli Usa, un piano d’espansione aperto in Cina.

Tutto da soli, con la forza di un ufficio stile rodato, di una visione imprenditoriale che consente di muovere i passi uno dopo l’altro, in modo cauto ma comunque coraggioso. 20 milioni di fatturato, la classica media impresa italiana gestita dalla famiglia ma coadiuvata dal management in posizioni strategiche come la direzione commerciale.

Morena guida l’ufficio stile e porta sul mercato l’anima di due donne diverse: Beatrice b, una bella couture con stampe spettacolari e una ricerca estetica degna di una piccola griffe e Sfizio, prodotto più commerciale capace di inglobare tutte le tendenze più importanti offrendo qualità a un prezzo estremamente interessante.

Come si fa, al giorno d’oggi, a crescere? Abbiamo girato la domanda a Morena e Paolo. “Siamo instancabili, ci dedichiamo al prodotto con la stessa passione di sempre e cerchiamo di portarlo nel mondo con lungimiranza”. Una decina di fiere, le più importanti del mondo. Showroom che vengono aperte, man mano, sui mercati più importanti: Mosca, Los Angeles, Shanghai, che si affiancano a Milano.

Una forza vendita diffusa in  ogni regione d’Italia. E il prodotto, che parla da solo. Basta guardare alcuni pezzi della prossima primavera: stampe virate al digitale su vestitini a corolla dal sapore griffato, tailleur couture di rete tecnica, jumpsuit da portare con giacche sartoriali.

Una grinta creativa che ha permesso di fare breccia nel difficile marcato Usa: “abbiamo aperto una sede nel 2013 per essere vicini al cliente finale –spiega Paolo Mason- Sappiamo che per farsi notare dai grandi department stores bisogna prima entrare nelle boutique di alto livello e far circolare il brand. E così abbiamo fatto”. In Russia, il prodotto si è posizionato accanto ai marchi di altissimo livello. E conta già 150 clienti per ognuna delle due linee. La Cina vedrà nascere 20 negozi entro fine 2015. La ritmo, costante e vincente, del made in Italy vero proposto al suo effettivo valore.

Tags:
plissèbeatrice bsfiziomorena bragagnolopaolo mason
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.