A- A+
Economia
Bye-bye Poltrona Frau. Montezemolo vende agli americani di Haworth

Un altro marchio prestigioso italiano se ne va all'estero: Poltrona Frau. Charme investments, il fondo della famiglia Montezemolo, e Moschini hanno raggiunto un accordo con la statunitense Haworth per la cessione di una partecipazione del 58,6% del gruppo che produce poltrone di lusso. E' quanto si legge in una nota, in cui si precisa che l'accordo è stato raggiunto su un prezzo pari a 2,96 per azione, circa 415 milioni il valore dell'operazione complessiva.

Il perfezionamento dell'operazione, atteso entro la fine di aprile è condizionato all'approvazione da parte delle autorità antitrust competenti. A seguito del perfezionamento dell'operazione, Haworth, direttamente o tramite una società interamente posseduta, costituita in Italia, eventualmente designata per l'acquisto, promuoverà un'offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria sulla rimanente parte del capitale sociale di Poltrona Frau. In borsa la notizia è stata accolta con un boom di acquisti sul titolo Poltrona Frau che ha messo a segno un +18%:

Nell'ambito dell'operazione Haworth acquisirà dagli azionisti anche il 98% del capitale della società proprietaria degli stabilimenti di Meda concessi in locazione al gruppo, a un prezzo complessivo di circa 1,9 milioni (pari al valore di carico della partecipazione medesima e inferiore al valore degli immobili periziato da esperti indipendenti, al netto dei debiti). Haworth, con sede a Holland nel Michigan specializzata nella progettazione di ambienti di lavoro, è stata fondata nel 1948 dalla famiglia Haworth, che ancora ne detiene il 100% ed è guidata dall'italiano Franco Bianchi (dal 2005 presidente e ad). Con oltre 1,4 miliardi di dollari di ricavi nel 2013, circa 6.000 dipendenti e oltre 600 dealers in tutto il mondo, la societa' dal 2011 e' gia' partner di Poltrona Frau Group per la distribuzione del canale ufficio in Nord America.

Gli analisti in coro (Intermonte, Kepler Cheuvreux, Mediobanca Securities ed Equita) consigliano di aderire all'offerta. D'altra parte il prezzo offerto (+19% rispetto alla chiusura di ieri) è sopra i target price di alcuni di questi broker: a 2,55 euro per Kepler Cheuvreux, mentre è in linea con quello di Equita che oggi ha quindi tagliato il rating sull'azione da buy a hold.

Solo Mediobanca Securities e Intermonte avevano un target price leggermente più alto del prezzo dell'opa a 3 euro (rating outperform). Comunque quanto offerto da Haworth è veramente un affare: 2,96 euro per azione corrisponde a un multiplo prezzo/utile 2016 di 20 volte contro le 16 di oggi e le 16/17 volte dei competitor e a un multiplo enterprise value/ebitda di 9,2 volte contro le 7,8 volte di oggi.

"Nonostante il turnaround di successo della divisione residenziale di Poltrona Frau, che conta per il 58% dei ricavi totali nel 2012, e la solida crescita della divisione interiors in motion con un tasso annuo del +20%, la valutazione non è più attraente visto che l'azione scambia a 17 volte il p/e 2015, una valutazione che riteniamo appropriata", sottolineano in una nota di oggi gli analisti di Kepler Cheuvreux. "Si consiglia, quindi, di consegnare le azioni in opa visto l'interessante  prezzo offerto e considerando che le probabilità di una possibile contro-offerta sono molto basse".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
poltrona frau
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.