A- A+
Economia
Anche Procter&Gamble taglia. Via oltre 200 lavoratori in Svizzera


Succede anche ai migliori. Procter&Gamble, il colosso mondiale di prodotti per la cura della persona e della casa, presente in oltre 60 Paesi manda a spasso 200 lavoratori a Ginevra. Un modo singolare per festeggiare il sessantesimo anniversario della propria presenza in terra elvetica. La mannaia della ristrutturazione è appena scattata, perché secondo le indiscrezioni è attesa a breve una nuova ondata di prepensionamenti.

La multinazionale ha messo sul tavolo incentivi all'uscita decisamente favorevoli per spingere centinaia di dipendenti a lasciare volontariamente il proprio posto di lavoro. Oltre a un generoso scivolo monetario di 12 mila franchi svizzeri e al pagamento del costo dell'agenzia di collocamento per trovare un altro posto di lavoro, Procter&Gamble si è offerta di sobbarcarsi anche il costo dell'assicurazione sanitaria e il pagamento delle spese scolastiche per un anno per i figli dei dipendenti.

"Il gruppo è costantemente impegnato ad ottimizzare la propria struttura per migliorare la produttività", hanno commentato ufficialmente dalla P&G, secondo cui "Ginevra rimane un importante quartier generale strategico per il gruppo". Sarà... 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
procter gamble
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.