A- A+
Economia
Recovery Fund, Italia promossa. Draghi: “Se va bene diventerà strutturale"

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, oggi a Roma, agli Studi di Cinecittà consegna al presidente del Consiglio Mario Draghi le "pagelle" sul Recovery Fund: la Commissione europea ha infatti approvato il Piano nazionale di ripresa e resilienza dell'Italia. Vale 191,5 miliardi di euro, di cui 68,9 miliardi in sovvenzioni e di 122,6 miliardi in prestiti. 

In particolare, il Pnrr italiano, il più importante di tutto il progetto europeo di Next Generation Eu, destina, secondo la valutazione dei tecnici di Bruxelles, il 37% della spesa totale a misure a sostegno degli obiettivi climatici e il 25% alla transizione digitale. Il piano prevede investimenti per finanziare un programma di ristrutturazione su larga scala per aumentare l'efficienza energetica degli edifici.

Inoltre, prevede misure per promuovere l'uso di fonti energetiche rinnovabili, tra cui l'idrogeno. Pone un accento particolare sulla riduzione delle emissioni di gas serra dei trasporti, con investimenti nella mobilità urbana sostenibile e nelle infrastrutture ferroviarie. Tra le misure a sostegno della transizione digitale dell'Italia vi sono investimenti a sostegno della digitalizzazione delle imprese e dell'espansione delle reti a banda ultra-larga e della connettività 5G. Gli investimenti sono inoltre mirati alla digitalizzazione della pubblica amministrazione, con interventi previsti per la Pa in generale, la sanità, la giustizia e l'istruzione. 

La collaborazione con la Commissione Ue sul Pnrr "è stata molto proficua", ha detto il premier Mario Draghi, nella conferenza stampa congiunta con la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen. "Spero che sia l'alba della ripresa dell'economia italiana", osserva il premier. Ma - sottolinea Draghi- i soldi del Recovery dovranno essere "spesi tutti, ma soprattutto spesi bene, in maniera efficiente, efficace, ma anche con onestà. Nelle ultime settimane abbiamo già fatto importanti passi sulle riforme come quella sulla governance e sulle semplificazioni". Inoltre, "se questo piano" va in porto "sono certo che una parte del lavoro fatto dalla Commissione e da tutti i Paesi Ue rimarrà strutturale perché la fiducia è stata ben riposta", ha affermato Draghi. "Certamente il governo italiano e tutti noi abbiamo una responsabilità nei confronti del resto dei Paesi europei, nei confronti dei cittadini europei che pagano le tasse. Abbiamo quindi la responsabilità non solo nei confronti di noi stessi ma anche nei confronti dei cittadini dell'Europa", ha concluso il premier Draghi. 

Nella conferenza stampa congiunta a intervenire anche la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen che ha mostrato riconoscenza e fiducia nel nostro Paese: "I contribuiti del Recovery permetteranno di fare dell’Italia il motore della crescita in Europa”, ha affermato von der Leyen. Ricordando che entro "le prossime settimane, arriveranno i primi fondi".  Si tratta di "un momento molto speciale per l'Italia ma anche per l'Ue, la campagna di vaccinazione va avanti così come la squadra azzurra e tutto il Paese si sta aprendo nuovamente e sono lieta di poter condividere questo momento con voi", ha detto la presidente Ue.  

"Con l'approvazione del Pnrr non finisce il nostro viaggio insieme ma è l’inizio. L’inizio di un’attuazione del piano che richiederà un duro lavoro". "Voglio dire che sarò al vostro fianco, la Commissione sarà al vostro fianco in ogni passo in questa ambiziosa strada verso il futuro", ha aggiunto Von der Leyen. "La commissione sarà vigile per assicurare che sia sfruttare tutto il potenziale di Next Generation Eu. Il vostro successo è il nostro successo, il successo dell’Italia è il successo dell’Europa. Perché un’Italia forte rende l’Europa più forte", ha concluso la presidente Ue. 

GUARDA IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

Commenti
    Tags:
    draghi von der leyen recoverydraghi von der leyen cinecittà recoverytincontro draghi von der leyen recovery
    i più visti
    in evidenza
    Giulia Pelagatti... a tutto sport Talisa Ravagnani, ex star di Amici

    Striscia la Notizia, sexy veline

    Giulia Pelagatti... a tutto sport
    Talisa Ravagnani, ex star di Amici


    casa, immobiliare
    motori
    Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

    Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.