A- A+
Economia
tasse

Nella jungla di stime e previsioni sul redditometro, si fa largo l'Agenzia delle Entrate. Che rassicura: "I pensionati, titolari della sola pensione, non saranno mai selezionati dal nuovo redditometro". Il nuovo strumento verrà invece usato solo "per individuare i finti poveri e, quindi, l'evasione 'spudorata', ossia quella ritenuta maggiormente deplorevole dal comune sentire". Anche se il limite del "comune sentire" sembra piuttosto vago, resta il fatto che il Fisco abbia voluto intervenire per mettere a freno l'ansia da redditometro. 

Ci sarà un intervento solo nei "casi in cui alcuni contribuenti, pur evidenziando una elevata capacità di spesa, dichiarano redditi esigui, usufruendo così di agevolazioni dello Stato sociale negate ad altri che magari hanno un tenore di vita più modesto".

Una prima garanzia arriverebbe dal fatto che, scrive l'Agenzia delle Entrate, "già in fase di selezione, le posizioni con scostamenti inferiori a 12 mila euro non saranno prese in considerazione". L'altro elemento che dovrebbe rassicurare i contribuenti sta nell'esiguità degli accertamenti che saranno effettuati. I controlli condotti sulla base dei dati raccolti con il redditometro saranno "35 mila. E' ovvio che l'azione sarà efficace se diretta a individuare casi eclatanti e non di leggeri scostamenti tra reddito dichiarato e quello speso".

Tags:
redditometropensionifiscoevasione fiscale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.