A- A+
Economia
Peugeot iOn 5

Avanti, adagio. La commissione europea ha approvato provvisoriamente 1,2 miliardi di euro di garanzie assegnate alla banca PSA Finance,  necessarie a finanziare la compagnia automobilistica Peugeot-Citroen.

L'Ue ha però chiesto al gruppo francese di presentare entro sei mesi un piano di ristrutturazione, senza il quale non ci sarà il via libera ai 7 miliardi di aiuti varati dal governo di Parigi.

Le difficoltà del mercato automobilistico europeo avevano spinto Parigi a intercedere presso Bruxelles:  lo scorso 9 gennaio il commissario Ue alla Concorrenza, Joaquin Almunia, aveva ufficializzato la richiesta francese di dare il via libera al piano di salvataggio di Psa.

L'Eliseo si è esposto in maniera significativa nel salvataggio del gruppo automobilistico. Il ministro del Bilancio Jerome Cahuzac è arrivato a  non escludere un ingresso dello Stato nel capitale del gruppo. "E' un'opzione possibile - ha detto - se non altro perchè il fondo d'investimento strategico esiste". Secondo il quotidiano Liberation, un ingresso diretto di Parigi nella proprietà di Psa, resta comunque "l'ultima istanza".

Il via libera (pur condizionato) al finanziamento spinge il titolo della casa automobilistica, brillante alla Borsa di Parigi con un progresso che sfiora il 2%. Le azioni passano di mano a 0,115 euro.

Tags:
peugeotueauto

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.